• Sport
  • sabato 14 Aprile 2012

Perché i tifosi del Liverpool non comprano il Sun da 23 anni

Il 15 aprile del 1989 morirono 96 spettatori nella "strage di Hillsborough": qualche giorno dopo il tabloid pubblicò una prima pagina che i tifosi non hanno ancora perdonato

Intanto la partita era iniziata da pochi minuti, ma nessuno si accorse di quello che stava succedendo sugli spalti che ospitavano i tifosi del Liverpool, almeno fino a quando decine di loro non riuscirono a scavalcare le transenne della Leppings Lane, stracolma di tifosi, gettandosi verso le tribune inferiori o entrando in campo. La partita fu sospesa immediatamente, al sesto minuto di gioco. Nel frattempo si attivarono i soccorsi. Alla fine il bilancio fu di 96 morti e di oltre 200 feriti. Le indagini che seguirono l’incidente stabilirono che la causa principale della strage di Hillsborough era stata il comportamento irresponsabile delle forze dell’ordine durante l’ingresso dei tifosi.

La prima pagina del Sun e il boicottaggio dei tifosi

Quattro giorni dopo l’incidente, il 19 aprile del 1989, il Sun uscì nelle edicole con in prima pagina un titolo a caratteri cubitali, citando alcune testimonianze di un anonimo agente di polizia e di un membro del partito conservatore, che accusavano i tifosi del Liverpool di aver ostacolato i soccorsi, di aver attaccato la polizia e i soccorritori e addirittura di aver infierito sulle vittime:

La verità:
-Alcuni tifosi hanno sfilato i portafogli dalle tasche delle vittime
-Alcuni tifosi hanno orinato sui coraggiosi poliziotti
-Alcuni tifosi hanno picchiato i paramedici mentre rianimavano i feriti

Le testimonianze anonime della polizia citate dal Sun a sostegno della sua prima pagina non furono mai provate, mentre dai racconti di altri testimoni emerse esattamente il contrario, ovvero che moltissimi tifosi del Liverpool aiutarono i soccorritori e i feriti. Il giorno dell’uscita di quel numero del Sun i tifosi del Liverpool, sentendosi oltraggiati da quella prima pagina, hanno lanciato il boicottaggio del tabloid.

Il boicottaggio dura ancora e viene rinnovato il 15 aprile di ogni anno, quando sugli spalti i tifosi del Liverpool espongono una finta prima pagina del Sun con una testata che gronda sangue sotto la quale campeggia una scritta in bianco su campo rosso che dice: «La verità: 96 morti. Non comprate il Sun». Nella curva “Kop” dello stadio di Anfield Road, dove gioca il Liverpool, l’orologio è sempre fermo alle 15.06, ora del fischio di sospensione di quella tragica partita del 1989.

foto: Scott Heavey/Getty Images

« Pagina precedente 1 2