Eva Braun nacque un secolo fa

Le foto e i video della compagna (e infine moglie) di Hitler, nata a Monaco nel 1912 oggi

Quella stessa notte Hitler ed Eva Braun si sposarono nel bunker in cui lui viveva, alla presenza di Goebbels e di Bormann. Il 30 aprile 1945, mentre l’esercito russo occupava Berlino, i due dissero addio agli altri occupanti del bunker (oltre al personale di servizio e alcuni militari, i coniugi Goebbels con i sei figli e Martin Bormann), si ritirarono nello studio personale di Hitler e si suicidarono.

Secondo i primi interrogatori gli effetti personali della coppia, tra cui tutte le lettere che Braun e Hitler si scambiarono negli anni della loro relazione, furono distrutti dall’ufficiale delle SS Johannes Gohler per ordine di Hitler stesso. Gohler dichiarò di aver trovato a Fischhorn, un rifugio della coppia nei pressi di Salisburgo, due contenitori di metallo pieni di lettere, album di foto, due orologi d’oro, argenteria e vestiti, assicurando che tutto era stato distrutto. Ma la maggior parte del materiale che era stato dichiarato perduto fu trovato dietro una finta parete proprio a Fischhorn: tra i reperti vi sono alcuni album di fotografie e un diario di Eva Braun.
Sono stati ritrovati anche una serie di video che illustrano la vita dei due nella villa di Hitler sulle alpi bavaresi, dove Eva Braun passava le giornate, spesso in compagnia della sorella, ospitando gerarchi nazisti e aspettando il ritorno del compagno per brevi periodi di vacanza. Era Eva Braun stessa a realizzare i filmati e a scattare molte delle fotografie che si sono conservate.

La corrispondenza tra i due sembra invece non sia ancora stata ritrovata, anche se da anni saltano fuori falsi e piste per il reperimento di presunte lettere originali. Nel 1983 la rivista tedesca Stern pagò 3 milioni di dollari per circa 60 volumi manoscritti che erano stati spacciati come diari di Hitler e che, in seguito, furono dichiarati falsi.

« Pagina precedente 1 2