• Italia
  • giovedì 19 Gennaio 2012

Costa Concordia, arriva il brutto tempo

Sono riprese le ricerche a bordo delle 21 persone ancora disperse, le autorità hanno da poco identificato altri due corpi (liveblog)

11.58 – Accogliendo la richiesta della procura di Grosseto, un paio di giorni fa Francesco Schettino si è sottoposto ad alcuni esami tossicologici. Gli esiti dei test non saranno pronti prima di dieci giorni, spiega l’ANSA. Gli specialisti dei Carabinieri incaricati di fare le verifiche hanno a disposizione campioni di capelli, unghie e urine del comandante della Costa Concordia. Gli inquirenti voglio capire se Schettino fosse sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. La possibilità che fosse ubriaco fu esclusa direttamente sul posto nelle ore dopo il naufragio, si dice.

11.44 – Il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, dice di non essere per nulla tranquillo per quanto riguarda il relitto della Costa Concordia. È in equilibrio precario lungo la costa dell’isola del Giglio, spiega, e il successo delle operazioni di messa in sicurezza dipende sostanzialmente dal meteo: un peggioramento renderebbe molto più difficile il recupero delle 2.400 tonnellate di carburante ancora nei serbatoi della nave.

11.34 – La ragazza ha spiegato di essere una dipendente della Costa Crociere, ma sulla Costa Concordia non era in servizio e semplicemente in vacanza.

11.29 – Un video caricato sul sito dell’emittente moldava Journal TV, sembra confermare che Domnika Cemortan avesse lavorato sulle navi da crociera. In questa immagine tratta dal video è chiaramente vestita con una divisa e una targhetta di riconoscimento.

11.17 – Il Corriere della Sera ha qualche nuova informazione sulla ragazza moldava a bordo della Costa Concordia prima del naufragio. La ragazza potrebbe essere Domnika Cemortan e secondo l’emittente televisiva moldava Journal TV era un membro dell’equipaggio, e questo spiegherebbe perché si trovava a poca distanza dalla plancia di comando dove erano al lavoro gli ufficiali. In una intervista, Domnika ha detto che il comandante, Francesco Schettino, ha “salvato migliaia di persone”. La ragazza dice di lavorare sulle navi da crociera da cinque anni. Il problema è che il suo nominativo non sembra compaia negli elenchi ufficiali delle persone a bordo.

11.07 – Le condizioni meteo e del mare all’isola del Giglio oggi sono buone. Nelle prossime ore i sommozzatori della Marina Militare faranno saltare altre quattro microcariche per aprire nuovi varchi nel relitto della Costa Concordia. Le esplosioni controllate si verificheranno nel lato sommerso della nave a circa 18 metri sotto il livello dell’acqua. Questo sistema dovrebbe consentire di ispezionare un’ampia porzione del relitto, anche utilizzando sistemi automatici e di ripresa.

10.57 – Questa mattina il procuratore di Grosseto, Francesco Verusio, è intervenuto nel corso della trasmissione “Radio anch’io” di RadioRai. Ha spiegato, tra le altre cose, che i tempi per estrarre e analizzare i dati della cosiddetta scatola nera saranno lunghi. La strumentazione che rilevava la posizione della nave, la sua rotta e altri parametri dovrà essere analizzata dopo aver avvisato le parti, che potranno indicare dei loro consulenti.

10.27 – Prima di iniziare a vuotare i serbatoi dalle 2.400 tonnellate di carburante e olio, dovranno essere terminate le operazioni di ricerca dei dispersi a bordo. Il piano per rimuovere il carburante è ormai pronto, ha detto il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini.

10.12 – Tra le azioni contestate a Francesco Schettino, il comandante della Costa Concordia, c’è quella di aver abbandonato prematuramente la nave e di non essere tornato a bordo nonostante gli obblighi previsti dalla legge e gli ordini perentori ricevuti dalla Capitaneria di porto di Livorno. Nel “brogliaccio” poco prima delle tre di notte di sabato, si segnala la posizione del comandante.

10.03 – Il Secolo XIX ha anche il “brogliaccio” [pdf] della Capitaneria di porto di Livorno, con la descrizione minuto per minuto di che cosa accadde nella notte tra venerdì e sabato scorsi alla Costa Concordia nei pressi dell’isola del Giglio.

« Pagina precedente 1 2 3 Pagina successiva »