• Italia
  • domenica 15 Gennaio 2012

Costa Concordia, il giorno dopo

Il punto della situazione sulla giornata di oggi all'isola del Giglio: il numero delle persone morte è salito a 5 ma ci sono ancora 15 dispersi

Le foto del naufragio della Concordia

17.34 – Ora dopo ora si va chiarendo l’importanza di Marrico Giampietroni, il capo commissario di bordo salvato oggi, nell’evacuazione di parte dell’equipaggio. L’AdnKronos scrive che “molti naufraghi hanno raccontato di essere stati aiutati a sbarcare proprio da Giampetroni che poi sarebbe crollato a terra per il dolore datogli dalla gamba fratturata”.

17.13 – Abbiamo aggiunto dieci nuove foto alle immagini di oggi della Costa Concordia. Tra cui queste due.

17.02 – Cristina Marrone sul sito del Corriere spiega che cosa aspetta adesso la Concordia. La nave sarà rimessa in verticale e in condizione di galleggiare, poi sarà rimorchiata in cantiere. Se non si dovesse riuscire a rimettere la nave in verticale, la Concordia verrà smontata pezzo per pezzo, procedura molto più lunga, complessa e costosa.

Per raddrizzare la Costa Concordia verranno prima di tutto temporaneamente «piantati» in mare enormi pali dalla parte opposta dell’inclinazione per poter avere una controspinta. A questo punto la nave sarà imbragata e sollevata con enormi paranchi con l’aiuto di cassoni galleggianti agganciati allo scafo. «Non sappiamo però se la nave avrà la forza di galleggiare» mettono in guardia i tecnici «e sarà fondamentale riparare la falla e mettere in moto le pompe per far fuoriuscire l’acqua». Per compensare i volumi di acqua che non escono dalla nave e dare una spinta allo scafo saranno ancorati sotto lo scafo grandi serbatoi. La Costa Concordia sarà quindi rimorchiata in cantiere e in base ai danni subiti sarà deciso se demolirla o restaurarla.

16.38 – Le due persone trovate morte sono due anziani, sono stati trovati nella poppa della nave. In questo momento quindi il bilancio del naufragio è di 5 morti e 15 dispersi. Marco Imarisio su Twitter ha spiegato che le divergenze sul numero dei cadaveri hanno a che fare col numero di quelli che i sommozzatori avrebbero visto (3) e il numero di quelli per i quali sono già in corso le operazioni di recupero (2).

16.36 – Anna Simone su Linkiesta racconta del video fasullo trasmesso come autentico nelle ultime ore da molti telegiornali italiani.

16.28 – Anche l’ANSA dice che le persone morte ritrovate dai sommozzatori sono due.

16.20 – Altre fonti parlano del ritrovamento di due e non tre persone morte nella parte sommersa della nave.

16.07 – Marco Imarisio, giornalista del Corriere della Sera, scrive su Twitter che sono stati trovati tre cadaveri nella parte sommersa della nave. Imarisio è da ieri sull’isola del Giglio.

15.55 – Sta girando molto sui social network l’infelice accostamento pubblicitario sul Gazzettino di oggi (la foto è di Andrea Caovini).

« Pagina precedente 1 2 3 4 Pagina successiva »