• Italia
  • lunedì 5 Dicembre 2011

La manovra in Parlamento

Monti spiega i contenuti della manovra in Senato, prima del dibattito (liveblog)

16.48 – “Le posizioni tra noi e il PdL rimangono inalterate” dice Cicchitto, aggiungendo una L di troppo. Berlusconi lo corregge e Monti sorride, incuriosito.

16.45 – Cicchitto critica l’ICI sulla prima casa “provvedimento su cui esprimiamo la nostra riserba (sic)”.

16.44 – Monti ha terminato il discorso e tocca a Fabrizio Cicchitto (PdL)

16.43 – “L’Italia è pronta a fare ciò che deve fare, ma anche l’Europa deve fare altrettanto” dice Monti, raccogliendo un convinto applauso.

16.42 – “Questo è l’inizio, ma molto dipenderà anche dalla tempestività del Parlamento” ricorda Monti.

16.41 – “È nella natura di questo governo di cercare di far contribuire il paese con sacrifici ragionevoli ed equi per l’interesse comune. Sono grato alle forze politiche che con discrezione e incisività mi hanno dato le loro prospettive, valutazioni, insofferenze, perché hanno consentito a noi estranei al vostro mondo di preparare un pacchetto bilanciato ed accettabile.”

16.39 – “Sono passati 17 giorni dalla fiducia a ieri e i tempi per una normale manovra finanziaria erano dell’ordine delle cinque settimane” dice Monti, chiedendo comprensione ai parlamentari.

16.38 – Monti ha anche annunciato che domani il CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) sbloccherà circa 5,2 miliardi di euro per le infrastrutture.

16.33 – Monti si incarta per qualche istante e rilegge due volte lo stesso paragrafo, intanto ricorda che non esiste un capitolo specifico “giovani”, perché le norme per quella fascia di età sono disseminate nei vari provvedimenti della manovra.

16.30 – Anche Scilipoti si fa sentire: è convinto che l’obbligo dei pagamenti telematici sopra i 1000 euro sia stato fatto a favore delle banche.

16.28 – Dai seggi della Lega Nord arriva qualche urlo, ma Monti non si interrompe e continua a spiegare le norme per contrastare elusione ed evasione.

16.26 – Intanto, a Milano, la Borsa se la cava bene con quasi il tre per cento a un’ora circa dalla sua chiusura. Lo spread Btp / Bund è a 375.

16.23 – “Sono sacrifici temporanei, circoscritti, distribuiti equamente ed essenziali per doppiare questo capo molto difficile della nostra vita economica e sociale.”

16.21 – Breve applauso sui provvedimenti legati alla riduzione dei costi della politica. “Il segnale deve essere forte e senza incertezze” dice Monti.

16.19 – Quando chiese la fiducia due settimane fa, Monti disse all’aula di ascoltare invece di applaudire.

16.17 – Ieri nessuna delle tre principali reti Rai aveva la diretta della conferenza stampa sulla manovra. Il discorso di Monti è in diretta anche su RaiDue e dall’esposizione dei contenuti della manovra si capisce che il presidente del consiglio si sta indirizzando a tutto il paese, non solo ai suoi rappresentanti alla Camera.

16.15 – A parte il piccolo applauso per Berlusconi, al momento non c’è stato nemmeno un applauso per Monti, che parla ormai da circa 15 minuti.

16.14 – Monti saluta Silvio Berlusconi, in aula, che segue assonnato il discorso del presidente del consiglio. Timido e breve applauso.

16.12 – In aula c’è anche il deputato Berlusconi, seduto tra Cicchitto e Alfano.

16.11 – Dato che tutti sanno tutto sulla manovra, e Monti ha già parlato ieri, questa fase dei lavori non presenta grandi ragioni di interesse. La ragione per cui vale la pena seguire questi lavori è un’altra: capire l’atteggiamento dei partiti.

16.09 – I banchi di PD, UdC e Lega sono pieni, dice il deputato PD Andrea Sarubbi su Twitter. Quelli di IdV “così e così”, quelli del PdL “meno di metà”, quelli di FLI “semivuoti”.

16.07 – “Oggi quell’indicatore che nessuno di noi deve considerare mitico, ma che ci piace di più quando scende che quando sale, lo spread, ha dimostrato fiducia in quello che stiamo facendo”

16.05 – Fuori dall’euro c’è il baratro della povertà e il crollo dei redditi, dice Monti. Che legge da un foglio, mentre nelle precedenti occasioni in Parlamento aveva spesso alzato la testa per fare dei passaggi a braccio.

16.03 – Parla Monti. La prima parte del suo discorso ricalca quasi parola per parola quanto detto ieri prima dell’inizio della conferenza stampa, quando il presidente del Consiglio si era rivolto direttamente agli italiani.

16.01 – Comincia la seduta, Fini presiede.

15.58 – E la vignetta di Makkox.

15.54 – Potete cominciare col nostro sunto della manovra in 12 punti, se stamattina ve lo siete perso.

***

Alle 16 il presidente del Consiglio, Mario Monti, si rivolgerà alla Camera dei Deputati per illustrare i contenuti della manovra economica d’emergenza approvata ieri dal Consiglio dei ministri. La discussione che seguirà sarà utile a capire l’atteggiamento delle forze politiche nei confronti del decreto. Il governo non ha ancora deciso se porre o no la questione di fiducia, e probabilmente questo dipenderà dall’atteggiamento del Parlamento: se favorirà un’approvazione rapida del testo o se presenterà migliaia di emendamenti. I lavori possono essere seguiti in streaming qui, il Post li seguirà con un liveblogging.

foto: Mauro Scrobogna /LaPresse

« Pagina precedente 1 2