Berlusconi si è dimesso

Dalle 21.41 non è più il PresdelCons

13.59 – All’incontro Berlusconi – Monti partecipano anche Gianni Letta e Angelino Alfano.

13.55 – L’AGI dice che Monti starebbe mirando a un governo di soli tecnici, d’accordo con Napolitano. Non ci facciamo trascinare nel totoministri (parola tremenda), ma ecco comunque l’elenco che ha pubblicato l’agenzia di stampa.

Guido Tabellini, professore di economia presso l’universita’ Bocconi al dicastero di via xx settembre, Carlo Secchi al ministero dello Sviluppo, il rettore della Cattolica, Lorenzo Ornaghi, all’Istruzione, Lanfranco Senn alle Infrastrutture, Cesare Mirabelli alla Giustizia, Giuliano Amato agli Esteri, Enzo Moavero sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

13.51 – Polledri ha finito, tocca a Roberto Occhiuto dell’Udc: «Quando la casa brucia non ha senso litigare per l’eredità».

13.47 – Silvio Berlusconi ha lasciato palazzo Grazioli. Sta andando a palazzo Chigi per incontrare Monti. (Polledri alla Camera non ha ancora finito, eh.)

13.42 – «Oggi e’ il giorno delle dimissioni, domani quello della svolta» dice laconico su Twitter il direttore di Repubblica, Ezio Mauro.

13.41 – Confidando diventi sempre meno necessario (da domani?), dedichiamo qualche bit a Domenico Scilipoti, che dice di non volerne sapere di Monti:

Una garanzia di ferro si accinge, con il neosenatore a vita Monti, a proteggere gli utili delle banche che, nonostante la dilagante crisi che sta investendo il paese, continuano a crescere grazie ai regali di parlamentari compiacenti anche nella uscente maggioranza, confezionati con il decreto milleproroghe di giugno scorso, con l`aumento dei tassi soglia antiusura.

13.38 – Polledri dice di averlo fatto perché il nostro paese è ormai piegato alle volontà di Francia e Germania per superare la crisi. Qualche mormorio di sottofondo.

13.36 – Massimo Polledri (Lega Nord) ha iniziato l’intervento parlando in francese. Bindi lo ha fermato, ricordandogli che si parla in italiano, alla Camera. Segue diatriba sui precedenti storici.

13.30 – Intervento a braccio e un po’ scalcagnato di Antonio Borghesi (IdV) alla Camera. Non ha nessuno intorno.

13.29 – L’incontro tra Berlusconi e Monti si terrà alle 13.45. È stato il primo a invitare il secondo, a dirla tutta.

13.22 – Trovare foto in cui ci siano Berlusconi e Monti non è semplice. Qui sono a un brindisi nel luglio del 2003, l’occasione è l’incontro dell’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi con i membri della Commissione europea e del governo italiano nel semestre di presidenza della UE da parte dell’Italia. (foto: LaPresse)

13.17 – Entro mezz’ora ci sarà l’incontro tra Monti e Berlusconi, dice Marco Bardazzi su Twitter, e potrebbe essere un importante punto di svolta.

13.16 – Sulla crisi «non avete voluto vedere, non avete voluto sentire, non avete voluto sapere» dice alla maggioranza il deputato PD Pier Paolo Baretta, nel suo intervento alla Camera.

13.11 – «Ha delle capacità eccezionali ed è altamente rispettato in tutto il mondo» dice Tony Blair riferendosi a Mario Monti nell’intervista che sarà trasmessa questa sera da uno speciale Ballarò.

13.00 – Amedeo Ciccanti (UDC) nel suo intervento alla Camera cita Konrad Adenauer e poi critica il governo, capace di tutelare una sola parte. Ciccanti ha anche un suo sito web, vuoto per ora.

12.51 – Il Popolo della Libertà non sembra avere ancora le idee molto chiare su che cosa fare dopo le dimissioni di Berlusconi. Parte del partito non vuole Monti e preferirebbe le elezioni, tuttavia nelle ultime ore diversi leader del PdL hanno detto che Mario Monti potrebbe essere una soluzione a patto di avere un programma chiaro su ciò che dovrà fare.

12.47 – Questa sera ci sarà, su RaiTre, uno speciale della trasmissione Ballarò per parlare della crisi di governo. Sarà mandata in onda anche un’intervista a Tony Blair.

12.42 – Alla Camera, Giancarlo Giorgetti (Lega Nord) presenta la Legge di stabilità in aula.

« Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 Pagina successiva »