• Mondo
  • giovedì 3 Novembre 2011

Occupy blocca il porto di Oakland

Settemila persone hanno bloccato il centro e il porto della città, almeno 30 sono state arrestate e sono in corso scontri con la polizia

Aggiornamento delle 9:30
La polizia ha sgomberato l’edificio occupato dai manifestanti usando i gas lacrimogeni e si è radunata attorno all’accampamento di Occupy Oakland dove la situazione è piuttosto tesa. Due cellulari delle forze dell’ordine sono arrivati nella zona nel caso ci fossero arresti. Alcuni manifestanti gridano slogan contro la polizia, altri cantano, ballano, suonano i tamburi e chitarre.

***

Mercoledì circa settemila persone hanno partecipato a una manifestazione organizzata da Occupy Oakland nel centro della città, in California. In seguito si sono spostati verso il porto costringendo le autorità a sospendere qualsiasi attività. Fino a tarda sera la protesta si è svolta in modo pacifico e non ci sono stati arresti, ma la situazione si è fatta particolarmente tesa dopo che una macchina ha investito un manifestante e si è diffusa la voce che fosse morto. L’uomo è stato leggermente ferito e trasportato all’ospedale di Oakland. Alcuni gruppetti di manifestanti – definiti dalla polizia anarchici – hanno cercato di appiccare piccoli fuochi nelle strade, mentre altri hanno distrutto le vetrine di alcune banche e scritto sui loro muri slogan contro il capitalismo e le compagnie finanziarie. La situazione è degenerata nelle ultime ore – nel momento in cui scriviamo a Oakland è circa mezzanotte e mezza – quando un centinaio di persone ha occupato un edificio abbandonato dove si trovava la sede di una organizzazione umanitaria che ha chiuso per mancanza di fondi. La polizia è intervenuta per sgomberare lo stabile ma i manifestanti hanno iniziato a lanciare dei sassi contro gli agenti, a costruire barricate e incendiarle. Il sindaco della città Jean Quan ha chiesto di parlare con i manifestanti e la situazione è ancora in evoluzione.

La manifestazione era stata indetta per protestare contro gli scontri con la polizia della scorsa settimana, che era intervenuta per sgomberare l’accampamento di Occupy Oakland servendosi di gas lacrimogeni. 102 persone erano state arrestate e un ex marine di 24 anni era rimasto gravemente ferito. I manifestanti hanno invitato i concittadini allo sciopero generale: molti negozianti hanno chiuso mentre altri hanno tenuto aperto affiggendo dei cartelli di sostegno alle proteste. Ci sono state delle marce di sostegno anche a New York, Boston e Philadelphia.

Tutti gli articoli del Post su Occupy Wall Street

« Pagina precedente 1 2