Chi vince gli Oscar?

Dodici nomination per Il discorso del re, dieci per il film dei Coen, otto per Inception e The Social Network

Miglior trucco
The Way Back
The Wolfman

Miglior colonna sonora originale
How to Train Your Dragon – Dragon Trainer
Inception
The King’s Speech – Il discorso del re
127 Hours – 127 Ore
The Social Network

Miglior canzone originale
Coming Home (Country Strong)
I See the Light (Tangled – Rapunzel)
If I Rise (127 Hours – 127 Ore)
We Belong Together (Toy Story 3)

Miglior cortometraggio animato
Day & Night
The Gruffalo
Let’s Pollute
The Lost Thing
Madagascar, carnet de voyage

Miglior cortometraggio
The Confession
The Crush
God of Love
Na Weve
Wish 143

Migliori effetti speciali
Alice in Wonderland
Harry Potter and the Deathly Hallows Part 1 – Harry Potter e i doni della morte
Hereafter
Inception
Iron Man 2

Miglior sceneggiatura non originale
127 Hours – 127 Ore, di Danny Boyle e Simon Beaufoy
The Social Network, di Aaron Sorkin
Toy Story 3, di Michael Arndt, soggetto di John Lasseter, Andrew Stanton e Lee Unkrich
True Grit – Il Grinta, di Joel Coen e Ethan Coen
Winter’s Bone, di Debra Granik e Anne Rosellini

Miglior sceneggiatura originale
Another Year, di Mike Leigh
The Fighter, di Scott Silver, Paul Tamasy e Eric Johnson, soggetto di Keith Dorrington, Paul Tamasy e Eric Johnson;
Inception, di Christopher Nolan
The Kids Are All Right – I ragazzi stanno bene, di Lisa Cholodenko e Stuart Blumberg
The King’s Speech – Il discorso del re, di David Seidler

Miglior missaggio audio
Inception
The King’s Speech – Il discorso del re
Salt
The Social Network
True Grit – Il grinta

Miglior montaggio sonoro
Inception
Toy Story 3
Tron: Legacy
True Grit
Unstoppable

— —– —

Le nomination sono state decise dall’AMPAS che raccoglie quasi seimila iscritti. Gli attori sono la parte più consistente dell’organizzazione, circa il 22%. Per diventare membro dell’AMPAS occorre ricevere un invito da parte della stessa Academy o bisogna essere raccomandati da un altro membro, che suggerisce di far entrare un nuovo iscritto per i meriti o i contributi dati al mondo del cinema.

Per poter essere candidato agli Oscar, un film deve essere uscito nelle sale nell’anno precedente a quello in cui si tiene la premiazione in almeno un cinema della contea di Los Angeles, fatta eccezione per la nomination a Miglior film straniero. Un altro requisito è che il film superi i 40 minuti di durata, fatta eccezione per premi particolari pensati per i corti cinematografici. Il film deve essere stato stampato su pellicole da 35 e 70 millimetri o, nel caso del digitale, con una risoluzione non inferiore ai 1280 x 720 pixel.

I produttori candidano i loro film e l’Academy provvede a creare una lista di film con i prerequisiti adatti per poter essere candidati agli Oscar. Verso fine dicembre la lista viene inviata a tutti i membri dell’AMPAS che possono così esprimere la loro preferenza. In genere, i registi possono votare solo per i registi, gli autori per gli autori, gli attori per gli attori e così via. Per alcune categorie, come Miglior film straniero e Miglior film di animazione, sono previste delle eccezioni e la creazione di commissioni apposite i cui membri sono selezionati tra gli iscritti all’Accademia. I membri dell’AMPAS votano poi una seconda volta sulla base delle nomination ottenute con il primo turno di votazioni. Chi vince il secondo voto conquista l’Oscar.

« Pagina precedente 1 2