• Italia
  • sabato 6 Novembre 2010

“Prossima fermata: Italia”, in diretta sul Post

La seconda giornata dell'evento promosso da Renzi e Civati: diretta video e liveblogging

*
16.50. Parla Matteo di Laboratorio8, un movimento politico genovese interno al PD, solido e spontaneo, dal-basso, che va avanti ormai da diversi anni.

16.41. Renzi sul format dell’iniziativa. “Abbiamo scelto di farla così perché era l’unico modo possibile per far parlare il più possibile le persone. È chiaro che il rischio è di essere dispersivi, ma in alcuni momenti l’idea di ascoltarsi è più importante dall’idea di per forza intervenire. Diffido da quelli che arrivano e dicono ‘io devo intervenire e me ne devo andare tra mezz’ora’”. Poi parte una scena dal film Radiofreccia.

16.34. Greco se l’è cavata bene e in poco tempo. Parla ora Alessandro Gilioli, giornalista dell’Espresso e blogger, e propone dieci parole per dieci punti. Il primo è wifi.

16.32. Parla Antonio Greco, ha vent’anni ed è il più giovane tra gli oratori fino a questo momento. La parola che porta è sud.

16.23. Capriccioli sta facendo una giusta tirata sui diritti civili e gli insulti di Berlusconi agli omosessuali, indugiando parecchio sulle incertezze di parte del PD su questi temi. Era stata intellettualmente più onesta Paola Concia, che aveva messo in mezzo anche Di Pietro (che qualche tempo fa aveva detto di preferire “essere un tombeur de femmes che un tombeur de hommes”).

16.18. Parla Alessandro Capriccioli, autore del blog Metilparaben.

16.17. Si parla della visione delle donne in Italia, e dietro l’oratrice scorrono alcuni spot televisivi particolarmente terribili. Per la cronaca, spopolano quelli della Saratoga.

16.14. L’inviato del Post ha trovato una postazione migliore e ora gli aggiornamenti possono riprendere regolarmente.

15.57. Prende adesso la parola Francesca Terzoni, che già fu tra gli organizzatori dello sciopero degli immigrati dello scorso primo marzo.

15.36. Renzi legge quest’ANSA. E chiede al pubblico di rispondere alle “bordate di fischi” con un applauso che si alza molto molto forte. “Noi siamo questi”.

PD: DA ASSEMBLEA SEGRETARI FISCHI A RENZI (ANSA) – ROMA, 06 NOV – Fischi a Matteo Renzi e Pippo Civati e ai «rottamatori» da parte dell’Assemblea dei segretari di Circolo del Pd. Due bordate di ululati e fischi sono partite al momento in cui due interventi hanno nominato il sindaco di Firenze e la sua iniziativa. La prima contestazione si è fatta sentire allorquando una segretaria di un circolo in provincia di Teramo ha citato i rottamatori: «avrei voluto che Matteo Renzi e Pippo Civati fossero qui a Roma, a sostenere il loro segretario». Analoghi i fischi contro i «rottamatori» durante l’intervento di un segretario di Circolo di Venezia: «a Renzi ricordo quello che mi diceva un dirigente piu anziano: non basta dire che si è più bravi, bisogna esserlo». E poi: «servono meno personalismo e più umiltà. I circoli sono pieni di persone con queste caratteristiche». (ANSA) IA 06-NOV-10 15:11 NNN

15.29. L’intervento che si è appena concluso, di Ilda Curti, assessore per l’integrazione a Torino, è stato in assoluto uno dei migliori e più lucidi della giornata. Se non l’avete visto, recuperatelo su Youtube quando ce lo metteranno.

15.21. “Io non voglio vedere ogni giorno sui quotidiani strali contro Berlusconi per le sue volgarità e poi vedere tette e culi sui giornali perché aiutano a vendere copie”.

« Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 Pagina successiva »