theresa may

Si è dimesso il vice di Theresa May

Si è dimesso il vice di Theresa May

Damian Green era stato accusato di aver guardato dei porno sul computer di lavoro, e nel difendersi ha violato il codice di condotta per i ministri britannici

C'è un primo accordo su Brexit

C’è un primo accordo su Brexit

Tra le altre cose prevede che per gli europei residenti nel Regno Unito non cambi niente, e che non ci sia una «frontiera rigida» in Irlanda: ora si passerà alla seconda fase

Il Regno Unito deve prendere una decisione

Il Regno Unito deve prendere una decisione

Ci sono meno di due giorni per sciogliere tre punti su Brexit – tra cui la questione irlandese – altrimenti i negoziati con l'Unione Europea saranno sospesi e rinviati all'anno prossimo

Theresa May ha perso un altro ministro

Theresa May ha perso un altro ministro

La ministra dello Sviluppo internazionale, Priti Patel, si è dovuta dimettere per avere organizzato incontri segreti con funzionari e affaristi israeliani senza avvisare il suo governo

Ci sono progressi su Brexit

Ci sono progressi su Brexit

Il Consiglio europeo ha deciso di iniziare i lavori preparatori per la "seconda fase" dei negoziati, quella sui rapporti commerciali tra UE e Regno Unito, ed è un passo avanti

Cosa cambia ora per Brexit

Cosa cambia ora per Brexit

Dopo la sconfitta dei Conservatori alle elezioni della scorsa settimana, il primo ministro Theresa May dovrà probabilmente ammorbidire le sue posizioni

Quanto durerà Theresa May?

Quanto durerà Theresa May?

Grazie agli Unionisti nord irlandesi la prima ministra uscente ha la maggioranza in Parlamento, ma i Conservatori sembrano molto divisi e i Laburisti in gran forma

I risultati delle elezioni nel Regno Unito

I risultati delle elezioni nel Regno Unito

I Conservatori della prima ministra uscente, Theresa May, hanno preso più voti di tutti, ma non hanno più la maggioranza in Parlamento; i Laburisti di Corbyn hanno guadagnato molti seggi

Corbyn può davvero vincere?

Corbyn può davvero vincere?

I sondaggi raccontano il buon momento dei Laburisti e si parla della "grande rimonta", ma sembra difficile che alle elezioni britanniche dell'8 giugno ci saranno sorprese