giuliano pisapia

Il 7 maggio a Milano

Tutti e da ovunque, per chiudere la campagna di Pisapia: la proposta di Pippo Civati

Milano è la torta

Quella lanciata da Giorgio Napolitano contro i disgustosi manifesti del candidato della Moratti è una sassata dura, precisa, micidiale. Stefania Craxi che invita Berlusconi a ritirarsi invece è un mattoncino che si sbriciola: non sarà molto, però corrisponde a una

La giornata breve

La paura è che gli tocchi di lavorare, anzi neanche, perché se i magistrati in futuro non riusciranno a chiudere un primo grado in qualcosa come tre anni (tre anni, non tre giorni) potranno sempre dire che è colpa di

Subaffittopoli

Anzitutto c’è un conflitto d’interessi, perché sono amico personale di Giuliano Pisapia. Tutto pensavo, inoltre, tranne che l’appartamento in cui vive la simpatica collega Cinzia Sasso, compagna di Pisapia, potesse interessare ancora a qualcuno, visto che me ne occupai la

Un sogno perduto

Gli elettori del PD cercano altrove persone, speranze e anime, scrive Luigi La Spina sulla Stampa

Un volgare garantista

La mia stima per Giuliano Pisapia rasenta l’omosessualità: meglio quindi che ne scriva ora, questo nella remotissima ipotesi che Libero possa sostenere la sua avversaria Letizia Moratti nelle amministrative di primavera. Anche perché più o meno tutto, viceversa, mi divide

La scomparsa del PD

Nichi Vendola e Giuliano Pisapia sono due persone moooolto diverse, con diverse storie, diverse opinioni, e diversissime sono le ragioni che portano ai loro rispettivi successi. La sbrigativa associazione tra i due compiuta oggi da qualche giornale è frutto di pigrizia e tendenza alla semplificazione per slogan: Pisapia come Vendola, e oplà. C’è invece un vero [...]

Le primarie a Milano

Le primarie a Milano

C'è luce in fondo al tunnel, il Post sale sul carro del vincitore, altri modi di dire e un endorsement

E se prima eravamo in due

E se prima eravamo in due

Anche l'ex presidente della Corte Costituzionale Valerio Onida si candida alle primarie per il sindaco di Milano, il 14 novembre

Troppa grazia

A Milano per decenni il centrosinistra ha candidato ai maggiori incarichi amministrativi uomini (donne, mai) invotabili e votati alla sconfitta, per la desolazione dei suoi elettori milanesi. Adesso, dopo l’autocandidatura del bravo Giuliano Pisapia e quella del capace Stefano Boeri, pare in ballo addirittura il più grande costituzionalista italiano, Valerio Onida. Vedi anche: - Vincenzo dice che [...]

Il prossimo sindaco di Milano

Il prossimo sindaco di Milano

Il centrodestra ricandiderà - malvolentieri - Letizia Moratti, il centrosinistra è ancora in alto mare. E le primarie?