Sapevate che uno dei primi video virali della storia di internet è falso?

Sapevate che uno dei primi video virali della storia di internet è falso?

L’edizione americana di Wired ha raccontato la storia dietro uno dei primi video virali della storia di internet, circolato moltissimo a partire dalla fine degli anni Novanta – prima dei social network e di YouTube – e la cui fama continua ancora oggi, un po’ per il gusto per il vintage un po’ per la sua efficacia. È il video, generalmente identificato come “Bad Day”, in cui un impiegato in un cubicolo prende a ceffoni il suo computer, per poi scaraventare a terra il monitor colpendolo con la tastiera.

Il protagonista del video è Vinny Licciardi, allora dipendente della società di tecnologia Loronix, con sede in Colorado: un posto in realtà molto piacevole in cui lavorare. Ma Licciardi doveva realizzare un video dimostrativo per un sistema di registrazione di videocamere di sorveglianza, e dopo aver interpretato un ladro che rubava a un bancomat aziendale, fece la parte del dipendente frustrato e violento. Dovettero girarlo due volte, perché la prima scappò a tutti da ridere. Convertirono il video in MPEG-1, il formato più diffuso all’epoca, lo masterizzarono sul DVD dimostrativo e lo allegarono ai volantini distribuiti alle fiere. In poco tempo il video cominciò a girare moltissimo, tramite email e tramite supporti fisici: Licciardi non veniva riconosciuto per strada, ma quando diceva di essere il protagonista di quel video scopriva che moltissime persone lo avevano visto.

La notorietà di “Bad Day” fu aumentata da un sito costruito dallo sviluppatore Benoit Rigaut sul servizio di web hosting del CERN, per il quale lavorava: il sito conteneva il video, insieme alla spiegazione di una teoria cospirazionista che lo accusava scherzosamente di essere falso. Il sito fu visitatissimo, e l’estetica usata da Rigaut fu una delle prime del fortunato filone dei siti complottisti.

Il primo trailer della seconda stagione di “The Handmaid’s Tale”

Il primo trailer della seconda stagione di "The Handmaid's Tale"

È uscito il primo trailer della seconda stagione della serie tv The Handmaid’s Tale, che riprenderà il 25 aprile 2018. La serie è ispirata a Il racconto dell’ancella, un romanzo del 1985 di Margaret Atwood, ed è ambientata in un futuro distopico nel quale gli Stati Uniti sono diventati una teocrazia totalitaria in cui le donne sono sottomesse agli uomini. La protagonista è l’attrice Elizabeth Moss, diventata famosa per aver interpretato Zoey Bartlet in The West Wing e poi Peggy Olson in Mad Men. La prima stagione è uscita a partire dallo scorso aprile negli Stati Uniti sul servizio di streaming Hulu, ed è stata una delle serie tv di cui si è parlato meglio nel 2017. In Italia si può vedere in streaming su TIMVISION.

Questo arbitro francese ha smattato

Questo arbitro francese ha smattato

Nei minuti di recupero della partita di Ligue 1 – il principale campionato di calcio francese – di domenica sera tra Nantes e Paris Saint-Germain, l’arbitro Tony Chapron è caduto dopo aver urtato il difensore del Nantes Diego Carlos. È stato uno scontro apparentemente fortuito: Chapron ha tagliato la strada a Carlos, che lo ha spinto da dietro facendolo cadere. Rialzandosi, però, Chapron ha tirato un calcio a Carlos. Carlos è rimasto interdetto e ha fatto un gesto come per chiedere spiegazioni, quando Chapron lo ha ammonito: era il suo secondo cartellino giallo della partita ed è stato quindi espulso tra le agitate proteste sue e dei suoi compagni. Il PSG era già in vantaggio di un gol e ha vinto la partita. Per ora non si sa ancora se la Ligue 1 prenderà provvedimenti nei confronti di Chapron, anche se è molto probabile.

Nuovo Flash