Oltre a comandarci, i robot come Atlas ci umilieranno tutti

Oltre a comandarci, i robot come Atlas ci umilieranno tutti

Ormai siamo rassegnati all’idea che i robot di Boston Dynamics diventino sempre più abili e agili, ma il video più recente diffuso dalla società di robotica statunitense porta tutto su un nuovo livello. Mostra Atlas, il robot bipede più promettente tra quelli progettati in questi anni, mentre salta con facilità da un ostacolo a un altro fino a spiccare un salto mortale. La parte finale del video ci dà comunque qualche speranza, per ora.

«È come rimuovere un tumore: è incasinato, complicato, e farà male, ma è necessario»

«È come rimuovere un tumore: è incasinato, complicato, e farà male, ma è necessario»

Sarah Silverman, tra le più famose comiche di stand up americane, ha parlato delle denunce di molestie e violenze sessuali che si stanno accumulando in tutto il mondo nelle ultime settimane, e in particolare di quelle rivolte a Louis CK, comico americano di cui è notoriamente amica. Nel suo talk show su Hulu I love you, America Silverman ha detto che quello che sta venendo fuori «è buono. È come rimuovere un tumore: è incasinato, complicato, e farà male, ma è necessario, e dopo staremo tutti meglio. E fa schifo, e alcuni dei nostri eroi cadranno, e scopriremo cose brutte su persone che ci piacciono, e in certi casi su persone che amiamo».

Silverman ha detto che sta ancora elaborando la vicenda, e che è una delle migliori amiche di Louis CK da 25 anni. Si è chiesta: «si possono amare persone che hanno fatto cose brutte? (…) Spero sia ok se sono allo stesso tempo molto arrabbiata per le persone a cui ha fatto del male, e per la cultura che lo ha permesso, ma anche triste perché è mio amico. Ma io credo con tutto il mio cuore che questo momento della storia sia essenziale. È vitale che le persone siano ritenute responsabili per le loro azioni, indipendentemente da chi sono. Dobbiamo essere migliori, e saremo migliori. Non vedo l’ora che siamo migliori, cazzo».

Una catena di panetterie britannica ha sostituito Gesù con un würstel, e ovviamente poi se ne è pentita

Una catena di panetterie britannica ha sostituito Gesù con un würstel, e ovviamente poi se ne è pentita

Greggs, la più grande catena britannica di panetterie, ha chiesto scusa per aver diffuso un’immagine che promuoveva il proprio calendario dell’avvento in cui, nella scena della natività, Gesù era stato sostituito da un sausage roll, cioè un würstel avvolto nella pasta sfoglia, una pietanza tipicamente inglese. Dopo la diffusione dell’immagine, Greggs è stata molto criticata su Twitter e su Facebook, e ci sono state anche campagne che chiedevano di boicottare la catena. «Siamo molto dispiaciuti di aver offeso qualcuno, non era la nostra intenzione» ha detto un portavoce della catena.

Se molti si sono detti offesi dall’immagine diffusa da Greggs, qualcuno ha sottolineato anche il lato comico della vicenda: «Non avrei mai pensato di leggere la frase “Greggs si scusa per aver sostituito Gesù con un sausage roll”. Uno di quei momenti che ti rendono felice di essere vivo».

Nuovo Flash