Dries Mertens ha chiesto a Salvatore Esposito di spostare le prossime puntate di Gomorra, in napoletano

Dries Mertens ha chiesto a Salvatore Esposito di spostare le prossime puntate di Gomorra, in napoletano

L’account Instagram della squadra di calcio del Napoli ha diffuso un video in cui il forte calciatore belga Dries Mertens chiede all’attore Salvatore Esposito di trovare una soluzione per la coincidenza della messa in onda delle prossime due puntatate di Gomorra e della partita tra Napoli e Juventus: entrambe previste per venerdì sera. Nel video Mertens manda dei messaggi in napoletano a Esposito, che interpreta uno dei personaggi principali di Gomorra, e quest’ultimo gli risponde che è stata trovata una soluzione.

Sky, che produce e trasmette Gomorra, ha detto che le due puntate previste per venerdì verranno rese disponibili “on demand” già dalla mattina di domani, in modo che chi vorrà potrà vederle in anticipo e poi seguire Napoli-Juventus, partita valida per la 15esima giornata di Serie A.

Il direttore del New York Times ha intervistato Jay-Z

Il direttore del New York Times ha intervistato Jay-Z

Il direttore del New York Times Dean Baquet ha intervistato Jay-Z, tra i più celebri rapper degli ultimi vent’anni. I due hanno parlato per più di mezz’ora, e Jay-Z ha raccontato dei suoi problemi matrimoniali con la moglie Beyoncé (quelli di cui lei aveva parlato nel suo disco Lemonade), di OJ Simpson, cui è dedicata una canzone dell’ultimo disco di Jay-Z, del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, delle questioni razziali negli Stati Uniti e di come se la passa l’hip hop. La versione scritta dell’intervista è qui.

Wayne Rooney segna ancora gol così

Wayne Rooney segna ancora gol così

Dalla scorsa estate, dopo aver lasciato il Manchester United, l’attaccante inglese Wayne Rooney è tornato all’Everton, la squadra di Liverpool in cui è cresciuto e con cui esordì in Premier League ad appena 16 anni. Non è capitato tuttavia in una buona annata, dato che la squadra sta faticando parecchio: è a pochi punti dalla zona retrocessione, sta cambiando allenatore, e in Europa League è stata eliminata ai gironi con un turno di anticipo, dopo aver perso 5-1 in casa contro l’Atalanta. Anche Rooney ha avuto dei problemi, visto che lo scorso settembre è stato condannato a cento ore di servizi sociali per guida in stato di ebbrezza. Nonostante la sua forma fisica sia notevolmente calata, Rooney rimane pur sempre il miglior marcatore nella storia di uno dei club più prestigiosi al mondo, il Manchester United. Ieri sera lo ha ricordato a tutti segnando una tripletta nel 4-0 con cui l’Everton ha battuto il West Ham nel turno infrasettimanale di Premier League. L’ultimo dei tre gol lo ha segnato dalla sua metà campo, approfittando dell’uscita dell’ex portiere del Torino Joe Hart, e al termine della partita lo ha commentato dicendo: «Non credo di aver mai calciato così bene una palla in vita mia».

Nuovo Flash