L’assistente per la casa di Google si è allargato un po’ troppo

L'assistente per la casa di Google si è allargato un po' troppo

Google Home, il dispositivo per la casa di Google che risponde ai comandi vocali, ha iniziato a proporre una specie di annuncio pubblicitario sul film Disney La Bella e la Bestia, con grande sorpresa e qualche fastidio da parte dei loro proprietari. La pubblicità è stata segnalata da numerosi utenti negli Stati Uniti, unico paese dove per ora si può acquistare Google Home. Chiedendo all’assistente vocale del dispositivo l’elenco degli impegni della giornata, in diversi hanno sentito un annuncio in coda alla lista con il messaggio: “Comunque, il film di Disney La Bella e la Bestia è nei cinema da oggi”, seguito da una serie di informazioni sulla trama.

La presenza del messaggio promozionale non è piaciuta a molti utenti, anche perché Google non ha mai detto formalmente che il suo assistente vocale avrebbe iniziato a fare pubblicità. Google Home del resto non è gratuito e viene venduto a quasi 130 dollari.

A The Verge, Google ha però negato che l’annuncio fosse di tipo pubblicitario e che sta ancora sperimentando diverse funzionalità del suo assistente per la casa. Il test non è andato come previsto e in molti hanno pensato di stare ascoltando una comune pubblicità.

Il video dell’esplosione di ieri sull’Etna che ha ferito 10 persone

Il video dell'esplosione di ieri sull'Etna che ha ferito 10 persone

Giovedì un gruppo di 10 persone, tra cui c’era anche una troupe di BBC, si trovava sull’Etna, in Sicilia, per vedere da vicino gli effetti della sua recente attività vulcanica. A un certo punto due violente esplosioni da un cratere del vulcano hanno mandato in aria frammenti di lava che hanno colpito anche i turisti, ferendoli, anche se in modo non grave. I giornalisti di BBC – che stavano facendo delle riprese – hanno poi pubblicato un video che mostra cosa è successo e hanno spiegato che tutti si sono molto spaventati perché quando hanno cominciato a scappare di corsa dopo la prima esplosione si sono trovati in una nuvola di vapore bianco, causato dallo scioglimento della neve, e hanno dovuto procedere un po’ alla cieca fino a che non hanno trovato un mezzo cingolato che li ha riportati a valle.

McDonald’s ha pubblicato – e poi cancellato – un tweet molto critico contro Trump

McDonald's ha pubblicato – e poi cancellato – un tweet molto critico contro Trump

Per alcuni minuti su uno dei profili Twitter ufficiali di McDonald’s è stato pubblicato un tweet molto critico contro il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che diceva: «Donald Trump, sei una farsa di presidente e vorremmo tanto avere indietro Obama. E hai anche le mani piccole» (quella sulle mani piccole è un’allusione a un presunto complesso di inferiorità di Trump).

mcdonalds_trump

Il tweet, chiaramente pubblicato da qualcuno senza il consenso dell’azienda, è già stato cancellato ma nel tempo in cui è rimasto online era fissato in cima al profilo di McDonald’s, come ha fatto notare il giornalista del New York Times Nate Cohn.

McDonald’s ha poi pubblicato un tweet per dire che non è stato uno dei suoi dipendenti a scrivere quello su Trump: «Twitter ci ha detto che il nostro account è stato attaccato. Abbiamo cancellato il tweet e ora stiamo investigando su ciò che è successo».

Nuovo Flash