Il primo trailer di “Black Panther”

Il primo trailer di "Black Panther"

È online il teaser trailer di Black Panther, il film della Marvel (quella degli Avengers, di Iron Man e di Capitan America, se negli ultimi dieci anni eravate altrove) che sarà nei cinema nel febbraio 2018. Il film sarà diretto da Ryan Coogler, il regista di Creed – Nato per combattere. Black Panther (“Pantera Nera” nei fumetti italiani) è un principe di uno stato africano che si mette a fare il supereroe. L’avete già visto in Captain America: Civil Warera interpretato da Chadwick Boseman, che riprenderà la parte per Black Panther. Nel cast del film ci saranno anche Lupita Nyong’o, Martin Freeman, Forest Whitaker e Andy Serkis.

Il trailer in italiano

Il trailer in lingua originale

La prima intervista a Chelsea Manning dopo la sua scarcerazione

La prima intervista a Chelsea Manning dopo la sua scarcerazione

ABC News ha trasmesso la prima intervista a Chelsea Manning dopo la sua scarcerazione, avvenuta lo scorso maggio. La pena per Manning – militare statunitense che ha cambiato sesso e che era stata condannata a 35 anni di carcere per avere fornito a Wikileaks centinaia di migliaia di documenti e materiali riservati diffusi e pubblicati su Internet – era stata ridotta da Barack Obama negli ultimi giorni della sua presidenza: sarebbe dovuta rimanere in carcere fino al 2045 dopo avere già trascorso circa 7 anni in prigione. Ad ABC News, Manning ha spiegato di essere grata a Obama per la sua decisione e ha difeso la sua scelta di diffondere le informazioni riservate, dicendo di avere sentito un obbligo di trasparenza e un dovere nei confronti dei cittadini americani. Manning ha anche parlato della sua transizione e dei due tentati suicidi, quando le erano state negate le cure ormonali per farla.

Segnatevi questo nome: Filippo Tortu

Segnatevi questo nome: Filippo Tortu

Ieri sera si è tenuto allo Stadio Olimpico di Roma il Golden Gala, il più importante meeting annuale di atletica leggera in Italia. La prestazione più rilevante fra quelle viste ieri sera è stata sicuramente quella del velocista 19enne italiano Filippo Tortu, di cui nel giro dell’atletica si parla bene già da qualche anno. Nella gara dei 200 metri, una delle sue specialità assieme ai 100, ha corso in 20,34 secondi: è un tempo eccellente, che ieri gli ha permesso di giocarsela alla pari con velocisti molto più affermati come Andre De Grasse e Christophe Lemaitre (rispettivamente secondo e terzo sui 200 metri alle ultime Olimpiadi di Rio De Janeiro). Alla fine Tortu è arrivato quarto, a soli 5 centesimi da Lemaitre, che è considerato il velocista bianco più forte dai tempi di Pietro Mennea.

Tortu è nato a Milano nel 1998 ed è considerato il talento italiano più promettente nella velocità: al momento detiene i record dei 100 e 200 metri nella categoria allievi nazionali e dei 100 metri negli juniores (che ha migliorato qualche settimana fa con un ottimo 10,15).

Nonostante sia considerato ancora piuttosto acerbo dal punto di vista fisico – è molto magro per essere un velocista – ha una tecnica di corsa eccellente per un ragazzo della sua età, e gli esperti di atletica dicono che probabilmente ha ancora molti margini per migliorare. Intanto grazie al tempo di ieri si è qualificato per correre i 200 metri ai prossimi Mondiali di atletica, che si terranno questa estate a Londra: se arriverà nelle condizioni giuste, il suo obiettivo sarà entrare in finale.

Nuovo Flash