La giraffa April, che migliaia di persone seguivano in diretta, ha partorito

La giraffa April, che migliaia di persone seguivano in diretta, ha partorito

Da alcuni mesi migliaia di persone in tutto il mondo stavano aspettando che una giraffa incinta dell’Animal Adventure Park di Harpursville, una piccola località nello stato di New York, partorisse. La giraffa, che si chiama April, è stata ripresa giorno e notte fin da febbraio e oggi ha finalmente partorito (in piedi, come fanno tutte le giraffe). Il parto è avvenuto con quasi tre mesi di ritardo rispetto alle stime iniziali, tanto che alcune persone avevano cominciato a temere che il cucciolo fosse morto. Nelle scorse settimane milioni di persone hanno guardato April e il padre del suo cucciolo, Oliver, che si trova in un recinto dietro al suo, tanto che la catena di rivenditori di giocattoli Toys “R” Us si è offerta di sponsorizzare la trasmissione live. Non si sa ancora il sesso del cucciolo ma presto ci sarà un aggiornamento in merito da parte dell’Animal Adventure Park di Harpursville.

Già dopo un’ora dal parto il cucciolo è riuscito ad alzarsi sulle zampe. Anche se vi siete persi la trasmissione live del parto potete sempre guardare le prime interazioni tra April e il suo cucciolo in diretta.

April ha 15 anni e questo sarà il suo quarto cucciolo; per Oliver, che ha 5 anni, è il primo. In questo periodo dell’anno l’Animal Adventure Park è chiuso ai visitatori e gli animali vivono in grandi stalle riscaldate e attrezzate per le loro necessità. Ora che il cucciolo è nato sarà indetto un concorso per deciderne il nome; si potrà partecipare e votare donando un dollaro all’Animal Adventure Park di Harpursville.

I Radiohead hanno avuto grossi guai tecnici al Coachella

I Radiohead hanno avuto grossi guai tecnici al Coachella

Ieri sera i Radiohead hanno chiuso la prima serata dal Coachella Valley Music and Arts Festival, uno dei più importanti festival musicali americani che si tiene ogni anno a Indio, nel sud della California. Il loro concerto però ha avuto qualche problema tecnico: per varie volte il sistema di amplificazione ha smesso di funzionare, anche per parecchi minuti, cosa che ha costretto i Radiohead a suonare senza che nessuno sentisse niente e poi a lasciare il palco. Variety ha scritto che «i problemi al suono sono iniziati dopo la terza canzone, ma sono peggiorati durante “15 Step”, tanto da tagliare i due minuti finali. La band quindi ha lasciato il palco, per poi ritornare ed avere gli stessi problemi durante “Let Down”. A quel punto hanno di nuovo abbandonato il palco». Da “Let Down” in poi, però, i problemi sono spariti.

A un certo punto il cantante Thom Yorke, per scherzarci un po’ su, ha detto: «mi piacerebbe raccontare una barzelletta per alleggerire il clima. Ma siamo i Radiohead, quindi chissenefrega».

La mappa dei luoghi citati nelle canzoni di Franco Battiato

La mappa dei luoghi citati nelle canzoni di Franco Battiato

Franco Battiato è apprezzato e noto per i suoi testi ricercati che, tra le altre cose, citano spesso molti luoghi: «vagavo per i campi del Tennessee», canta per esempio in “La Cura”. Da qualche giorno gira su internet una mappa, fatta da un anonimo utente, che mette insieme più di 50 luoghi citati nelle canzoni di Battiato. C’è un segnaposto e per ogni segnaposto l’estratto del testo che parla di quel posto.

Nuovo Flash