100 anni di scarpe da maratona, in una GIF

100 anni di scarpe da maratona, in una GIF

Il Boston Globe ha raccontato in un lungo articolo la storia delle scarpe da corsa, quelle che si usano anche per la maratona. È partito dalle prime, quelle dei primi del Novecento, arrivando fino a modelli degli ultimi anni. Oggi a Boston si corre la 121esima maratona della città.

C’è un artista che disegna sulle macchine sporche

C'è un artista che disegna sulle macchine sporche

Sul suo profilo Instagram l’artista russo Nikita Golubev sta pubblicando foto di disegni, anche piuttosto elaborati, che realizza su macchine, furgoni e camion sporchi che trova per strada. Golubev lavora usando le superfici sporche come delle tele, rimuovendo lo sporco dove in un disegno normale si farebbe una linea o un segno.

#morningexercises #dustbrushing #instaart #newtecnique #owl

A post shared by Nikita Golubev (@proboynick) on

Trying out some new techniques #morningexercises #onthewalk #dirtyart #dustbrushing A post shared by Nikita Golubev (@proboynick) on

#Prayer #Durer #dirtycarart #dustpainting #dustbrushing #classics #alaprima

A post shared by Nikita Golubev (@proboynick) on

#dirtycarart #dïrty #streetart #unique #alaprima #grafic #animalism #realism #bigbrush #bigformat #blackandwhite

A post shared by Nikita Golubev (@proboynick) on

Quel principe nigeriano che voleva regalarvi i soldi esisteva davvero

Quel principe nigeriano che voleva regalarvi i soldi esisteva davvero

Il 12 aprile la Economic and Financial Crimes Commission nigeriana, una sorta di guardia di finanza, ha trovato grazie a una segnalazione anonima un appartamento di Lagos in cui erano nascosti 43 milioni di dollari in contanti, che sono stati sequestrati.

La notizia, tutto sommato piccola fuori dalla Nigeria, è però diventata molto divertente perché in molti si sono messi a scherzare sulla famosa e-mail truffa in cui un presunto principe nigeriano offre un’enorme somma di denaro in cambio di un piccolo prestito. Questo tipo di e-mail truffa è molto diffuso, in diverse forme (il principe non è sempre nigeriano), ma a quasi tutti negli anni è capitato di ricevere qualcosa di simile.

Nuovo Flash