• TV
  • mercoledì 7 febbraio 2018

Le foto della prima serata di Sanremo

I tre conduttori, gli ospiti (Fiorello e Morandi soprattutto), i 20 artisti in gara e la ballerina di 83 anni

(ANSA/CLAUDIO ONORATI)

La 68esima edizione del Festival di Sanremo è iniziata ieri. A condurlo c’erano Claudio Baglioni, che è anche il direttore artistico del festival, Michelle Hunziker e l’attore Pierfrancesco Favino. Gli ospiti principali sono stati Fiorello – che ha fatto un paio di monologhi comici e ha cantato con Baglioni – e Gianni Morandi, che tra le altre cose ha cantato con Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti. Avrebbe dovuto esserci anche Laura Pausini, che per via di una laringite si è solo collegata telefonicamente; ha comunque detto che sarà ospite nella serata finale di sabato. Rispetto agli anni passati si è cantato molto di più: si sono esibiti tutti i 20 artisti in gara, e hanno cantato anche gli ospiti.

In generale, a leggere i commenti su Twitter e gli articoli di oggi sui giornali, il Festival è piaciuto abbastanza: anche se è sempre impossibile fare una vera sintesi, visto il numero di persone che lo commenta e lo spettro di gusti, sentimenti e opinioni espresse. Una delle canzoni che si è fatta più notare è stata “Non mi avete fatto niente”, cantata da Ermal Meta e Fabrizio Moro e scritta dopo l’attentato di Manchester al concerto della popstar americana Ariana Grande. La canzone assomiglia però molto, almeno nel ritornello, a “Silenzio“, cantata da Ambra Calvani e Gabriele De Pascali nell’edizione del 2016 di Sanremo Giovani.

La cosa di cui più si è parlato nel corso della serata è l’anziana ma vispissima ballerina che ha accompagnato l’esibizione del gruppo Lo Stato Sociale, la cui canzone si intitola “Una vita in vacanza”. La signora si chiama Paddy Jones e ha 83 anni: nel 2009 vinse l’edizione spagnola del programma Tú sí que vales e nel 2014 partecipò all’ottava edizione di Britain’s Got Talent.

Sia “Non mi avete fatto niente” che “Una vita in vacanza” sono tra le canzoni più apprezzate in base ai voti della giuria demoscopica, formata da 300 normali fruitori di musica scelti in modo da essere rappresentativi della popolazione italiana. Le altre canzoni nella parte alta della classifica (non c’è un ordine vero e proprio) sono: “Il mondo prima di te” di Annalisa, “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” di Max Gazzè, “Senza appartenere” di Nina Zilli, “Non smettere mai di cercarmi” di Noemi e “Almeno pensami” di Ron.

Stasera si esibiranno 10 dei 20 artisti in gara nella categoria principale e 4 degli 8 in gara tra le “Nuove proposte”. Il voto funzionerà come ieri, con un sistema che terrà conto per il 40 per cento del televoto, per il 30 per cento del giudizio dei membri della giuria della sala stampa e per il 30 per cento della giuria demoscopica.

Mostra commenti ( )