• Mondo
  • sabato 13 gennaio 2018

C’è stato un falso allarme missilistico alle Hawaii

Poco dopo le otto di mattina è stata inviata un'allerta a tutti gli smartphone, e un messaggio audio alle tv: solo che non c'era nessun missile

Intorno alle 8 di sabato mattina – ora locale – gli abitanti delle isole Hawaii, negli Stati Uniti, hanno ricevuto un falso allarme su un imminente attacco missilistico. Il messaggio è stato ricevuto dagli smartphone e trasmesso anche in televisione. Pochi minuti dopo le principali autorità delle Hawaii hanno confermato che è stato un falso allarme. Il governatore delle Hawaii David Ige ha detto a CNN che l’errore è stato causato da «un impiegato che ha premuto il pulsante sbagliato». Ige si riferisce a un dipendente della Hawaii Emergency Management Agency, l’agenzia governativa che gestisce questo tipo di emergenze.

Sin dall’inizio delle tensioni con la Corea del Nord, le Hawaii hanno preso diverse precauzioni contro un eventuale attacco missilistico: sono infatti il territorio americano più vicino alla penisola coreana.

Mostra commenti ( )