Il processo a Virginia Raggi inizierà il 21 giugno

Il giudice per l’udienza preliminare ha accolto la richiesta della sindaca di Roma Virginia Raggi, di essere giudicata col rito immediato nel processo che subirà per falso al tribunale di Roma. Secondo l’accusa, Raggi mentì alla responsabile anticorruzione del comune di Roma in merito alla nomina a capo del dipartimento del Turismo di Renato Marra (fratello di Raffaele, l’ex capo del personale del comune poi arrestato con l’accusa di corruzione).

Grazie alla richiesta, Raggi salterà la fase di udienza preliminare che era già stata fissata per il 9 gennaio, a meno di due mesi dalle elezioni politiche. Il processo “regolare” inizierà invece il 21 giugno.

(ANSA/ALESSANDRO DI MEO)