I migliori calciatori al mondo nel 2017

Scelti come ogni anno dal Guardian, con il parere di 169 esperti: là in alto i nomi sono sempre quelli, ma con una novità

(Laurence Griffiths/Getty Images)

Come ogni anno, la redazione sportiva del Guardian ha compilato la lista dei 100 migliori calciatori dell’anno sulla base dei voti di 169 fra giornalisti ed ex giocatori provenienti da 63 paesi diversi. I giornalisti italiani che hanno partecipato come giudici sono stati Paolo Bandini del Guardian, Matteo Brega della Gazzetta dello Sport, Fabrizio Romano, Luca Marchetti e Federico Zanon di Sky. Fra gli ex calciatori consultati dal Guardian ci sono stati Hernan Crespo, Ronaldo e Javier Zanetti.

In cima alla lista i nomi sono sempre quelli, con una novità. In fondo qualcosa si è mosso. Nei primi trenta posti ci sono solo tre calciatori che giocano nel campionato italiano (anche se complessivamente quelli passati per la Serie A sono 9).

Nella composizione della classifica i giudici hanno ricevuto una lista di 300 calciatori dei campionati di tutti i continenti, e dovevano rispondere a una semplice domanda: chi sono stati i migliori? Ogni giudice doveva indicarne 40, in ordine di preferenza. Il numero uno di ogni giudice ha ricevuto 40 punti, il numero due 39, e così via. Per limitare l’impatto di scelte particolarmente originali, dal punteggio finale di ogni calciatore viene sottratto il punteggio più alto ricevuto da un giudice e ogni calciatore deve ricevere voti da almeno cinque giudici per essere ammesso in classifica. Se due calciatori hanno lo stesso numero di punti, si tiene conto del numero di giudici che gli hanno assegnato punti.

La classifica del Guardian assomiglia abbastanza a quella del Pallone d’Oro 2017, appena assegnato a Cristiano Ronaldo, con due notevoli eccezioni: il primo posto, che secondo gli esperti del Guardian spetta a Messi, e il quarto. Nella classifica del Pallone d’Oro l’ha ottenuto Buffon, ed è stato più un premio alla carriera che un riconoscimento per la passata stagione. Il Guardian invece ci ha messo Kevin De Bruyne, l’ala belga del Manchester City che da quando è allenato da Pepe Guardiola sta giocando a livelli altissimi mai raggiunti prima.

Mostra commenti ( )