È meglio farsi la doccia la mattina o la sera?

Entrambe le abitudini hanno vantaggi e svantaggi, e forse la cosa migliore è adottarle entrambe

Che sia mattina o sera, meglio non farsi la doccia in un film di Alfred Hitchcock

Tra le varie categorie in cui si possono dividere le persone ci sono quella di chi si fa la doccia di mattina e quella di chi si fa la doccia la sera. C’è chi sceglie l’una o l’altra abitudine perché si adatta meglio alla propria routine quotidiana, e chi invece ha una teoria a riguardo: per chi si lava la sera, ad esempio, spesso è che andare a dormire con il sudore della giornata addosso non è igienico; per chi si lava la mattina, è che farsi la doccia appena alzati è un ottimo modo per svegliarsi. Entrambe le teorie sono fondate, dicono i medici, ma le proprie abitudini, qualunque esse siano, possono essere migliorate tenendo conto di alcune altre cose: per esempio del periodo dell’anno.

I vantaggi della doccia al mattino

Michael Grandner, direttore di un programma di ricerca sul sonno dell’Università dell’Arizona, ha spiegato alla rivista Time che una doccia mattutina aiuta a liberarsi dell’inerzia del sonno, perché durante la notte la temperatura corporea si abbassa, cosa che concilia il sonno: una doccia calda dà un’accelerazione ai ritmi circadiani naturali, riscaldando il corpo e preparandolo alle attività mattutine.

Un altro vantaggio delle docce mattutine riguarda le persone che devono farsi la barba: il vapore di una doccia calda riscalda anche i follicoli piliferi, rendendo più comoda l’operazione.

I vantaggi della doccia serale

La doccia serale ha un effetto analogo e opposto a quello della doccia mattutina per quanto riguarda i ritmi circadiani, ha spiegato sempre Grandner. È vero che una doccia calda riscalda il corpo, ma asciugandosi subito dopo la pelle si raffredda, e se non ci si mette a fare qualche attività la temperatura corporea continua a scendere, facilitando il sonno. Secondo Janet K. Kennedy, psicologa ed esperta del sonno di New York, che ha parlato di questo argomento con il New York Times, il momento migliore per generare questo effetto è 90 minuti prima dell’orario in cui ci si vuole mettere a letto. Kennedy ha anche spiegato che una doccia calda aiuta a sciogliere la tensione muscolare, un’altra cosa che può essere benefica prima di andare a dormire.

L’importante è non esagerare: più di 10 minuti di doccia molto calda possono danneggiare la pelle, facendola irritare o seccare perché la privano in modo eccessivo del sebo, la sostanza oleosa naturale prodotta dalla pelle. Lo stesso vale ovviamente per i bagni caldi. Docce più brevi sono anche più sostenibili dal punto di vista ambientale.

Il secondo vantaggio delle docce serali è quello citato spesso da chi ha quest’abitudine: la pulizia prima di andare a letto. George Cotsarelis, professore di dermatologia dell’Università della Pennsylvania, ha detto a Time che durante il giorno il corpo (i capelli in particolar modo) raccoglie tante diverse particelle di sostanze irritanti, che se non rimosse prima di andare a dormire finiscono nelle lenzuola. Questo aspetto andrebbe tenuto in considerazione soprattutto dalle persone allergiche al polline in primavera, che possono provare a evitare di “contaminare” il proprio letto.

Gary Goldenberg, un dermatologo di New York e professore dell’Università dell’ospedale Mount Sinai intervistato dal New York Times, non è però altrettanto d’accordo sui vantaggi della doccia serale, per quanto riguarda la pulizia. Di notte infatti sudiamo, e quando al mattino lasciamo il letto le lenzuola contengono sudore e batteri, anche se ci siamo lavati prima di andare a dormire.

In ogni caso, è meglio ricordare di asciugarsi bene i capelli prima di andare a letto: se ancora umidi, i follicoli piliferi della testa possono ingrossarsi, stando tutta la notte premuti contro un cuscino: e questo rovina i capelli.

Le differenze stagionali

Per Goldenberg il compromesso migliore è lavarsi due volte al giorno, senza passare un tempo eccessivo nella doccia e senza lavare i capelli ogni volta, a meno che non si abbiano dei problemi cutanei come dermatiti ed eczemi. Farsi la doccia due volte al giorno è un’ottima abitudine d’estate, ma può essere un problema durante l’inverno, quando le condizioni meteorologiche rendono la pelle più secca. Una soluzione è usare una crema idratante, da applicare dopo essersi lavati. La crema idratante però segna un altro punto a favore delle docce serali: visto che ci vuole un po’ perché sia assorbita – e nessuno ha voglia di vestirsi prima che questo succeda – è più comodo metterla la sera, come ultima cosa prima di andare a dormire. Dopo una doccia serale, appunto.

Mostra commenti ( )