È la sera della superluna

Stasera, nuvole permettendo, la Luna apparirà più grande del solito: perché?

(Cal Sport Media via AP Images)

La cosiddetta superluna si potrà vedere, meteo permettendo, in cielo nella notte tra domenica 3 e lunedì 4 dicembre. Si parla di superluna perché la Luna apparirà un poco più grande del solito: succede perché il momento in cui si trova più vicina alla Terra nella sua orbita ellittica (perigeo) coincide con la luna piena. Il fenomeno può ripetersi più volte in un anno, ma quello di stanotte sarà l’opportunità migliore per osservarlo, nuvole permettendo. L’orbita della Luna intorno al nostro pianeta è ellittica, quindi la distanza tra i due corpi celesti varia nel corso dell’anno (se fosse perfettamente circolare, la distanza sarebbe sempre uguale, un po’ come avviene per un qualsiasi punto su una circonferenza rispetto al centro).

Avvicinandosi e allontanandosi da noi, il diametro apparente della Luna appare quindi di diverse dimensioni (quello reale è sempre uguale, di circa 3.476 chilometri). La distanza minima della Luna dalla Terra, il perigeo, è pari a circa 360mila chilometri, mentre la distanza massima, l’apogeo, e più o meno di 405mila chilometri. Per questo motivo all’apogeo il diametro apparente della Luna è inferiore rispetto al perigeo.

Cos’è la “superluna”

La differenza è comunque contenuta e non è sempre facile coglierla a occhio nudo. Fotografie e osservazioni in periodi diversi dell’anno, con punti di riferimento fissi all’orizzonte (come palazzi, ponti o montagne) possono aiutarci a notare la differenza. Il modo migliore per accorgersene è probabilmente quello di confrontare una fotografia scattata al perigeo con una scattata all’apogeo, come nell’immagine qui sotto.

(NASA.gov)

Mostra commenti ( )