C’è un’app che segnala se qualcuno alle spalle ti sbircia lo smartphone

È ancora sperimentale, e si basa sull'intelligenza artificiale: segnala gli sguardi indiscreti delle persone che sbirciano lo schermo

(Hee Jung Ryu)

Hee Jung Ryu e Florian Schroff sono due ricercatori di Google e si sono chiesti quale sia la soluzione migliore quando c’è da tenere lo schermo del proprio smartphone lontano da sguardi indiscreti. Hanno realizzato insieme un’applicazione per Android che sfrutta sistemi di intelligenza artificiale per identificare la presenza di altre persone alle proprie spalle, e di segnalarle immediatamente mentre si sta utilizzando il cellulare.

Durante l’utilizzo del telefono, la fotocamera frontale resta attiva e identifica le facce nell’inquadratura, oltre a quella del proprietario. Un sistema di intelligenza artificiale traccia lo sguardo delle persone riprese e, nel caso in cui si posi sullo schermo, interrompe istantaneamente l’applicazione che si sta utilizzando sostituendola con un’immagine di ciò che sta accadendo alle proprie spalle con la persona che sta sbirciando.

I due ricercatori dicono che il sistema è in grado di identificare uno sguardo indiscreto in due millesimi di secondo. L’intero lavoro di riconoscimento avviene in locale, cioè direttamente sul telefono, senza la necessità di inviare dati a servizi online. Il sistema è basato sugli strumenti per l’intelligenza artificiale che Google ha messo a disposizione di chi produce le app negli ultimi mesi, e che sta portando a impieghi piuttosto creativi.

Nel caso del sistema di Ryu e Schroff ci sono naturalmente notevoli implicazioni che riguardano la tutela della privacy, considerato che il sistema riprende di continuo l’ambiente alle spalle dell’utilizzatore del telefono senza che gli altri possano esserne consapevoli. Il sistema è stato sviluppato su un telefono Google Pixel e per ora è sperimentale, quindi non ci sono informazioni circa l’interesse da parte di Google di metterlo a disposizione di tutti.

Mostra commenti ( )