• Italia
  • venerdì 17 novembre 2017

Nella notte qualcuno ha dato fuoco al portone della sede del PD di Ostia

Nella notte tra giovedì e venerdì qualcuno ha dato fuoco al portone della sede del PD di Ostia. Proprio ieri si era svolta a Ostia una manifestazione contro la mafia e per la libertà di stampa, organizzata dal sindacato dei giornalisti FNSI e dall’associazione Libera in risposta all’aggressione subita dal giornalista Daniele Piervincenzi. Alla manifestazione hanno partecipato alcune centinaia di persone e il corteo ha attraversato anche il quartiere di Ostia Nuova, dove ha sede la palestra della famiglia Spada, ora sequestrata, dove è avvenuta l’aggressione.

A Ostia, che è un municipio della città metropolitana di Roma, domenica si voterà per il ballottaggio delle elezioni municipali tra Giuliana Di Pillo del Movimento 5 Stelle e Monica Picca di Fratelli d’Italia. Al primo turno di Pillo aveva ottenuto il 30,33 per cento dei voti, mentre Picca si era fermata al 26,68 per cento. Alle elezioni il movimento neofascista CasaPound ha ottenuto uno storico risultato, raccogliendo il 9 per cento dei voti in tutto il municipio. CasaPound ha ottenuto l’appoggio della famiglia Spada in diverse occasioni.