• Media
  • martedì 14 novembre 2017

Radhika Jones è la nuova direttrice dell’edizione americana di Vanity Fair

Lo ha confermato l'editore Condé Nast: sarà la seconda donna alla guida della rivista, dopo un apprezzato direttore che ne ha segnato la storia

La giornalista Radhika Jones è la nuova direttrice dell’edizione statunitense di Vanity Fair: lo ha confermato Condé Nast, l’editore della rivista, ma la notizia circolava da sabato sera, quand’era stata anticipata dal New York Times citando fonti interne. Jones, che ha 44 anni e al momento dirige la sezione dedicata ai libri del New York Times, prenderà così il posto di Graydon Carter, il precedente e leggendario direttore di Vanity Fair, che si era dimesso a settembre dopo 25 anni alla guida della rivista. Carter era famoso non solo per il suo lavoro giornalistico ma anche come personaggio pubblico: era amico di attori, cantanti, artisti, celebrities, ed era un grande frequentatore di eventi mondani.

Jones ha confermato scrivendo su Twitter di essere «onorata ed entusiasta all’idea di prendere il posto di Graydon Carter come direttrice di Vanity Fair».

Jones è laureata allo Harvard College e alla Columbia University, dal 2008 è stata vicedirettrice della rivista Time, di cui ha curato l’edizione speciale per i cento anni; in precedenza ha lavorato anche alla Paris Review, una delle più rispettate riviste letterarie al mondo. Sarà la seconda donna a dirigere l’edizione americana di Vanity Fair: dopo Tina Brown, che ricoprì il ruolo dal 1984 al 1992. La ricerca del successore di Carter è stata condotta da Robert Sauerberg, direttore esecutivo di Condé Nast, e da Anna Wintour, direttrice di Vogue e direttrice artistica di Condé Nast; il gruppo dovrebbe dare la conferma ufficiale entro lunedì.

Radhika Jones al gala per i cento numeri di Time, 29 aprile 2014 (Larry Busacca/Getty Images for TIME)