Cateno De Luca, neodeputato della regione Sicilia arrestato in settimana, è stato assolto in un altro processo a suo carico

Cateno De Luca, neodeputato della regione Sicilia arrestato il giorno successivo alla sua elezione all’assemblea regionale siciliana con l’UDC, è stato assolto da un altro processo che aveva in corso. De Luca era accusato di concussione, abuso d’ufficio e falso in atto pubblico per alcune irregolarità sugli appalti pubblici durante il suo mandato da sindaco di Fiumedinisi (Messina) fra 2004 e 2010. De Luca resta comunque agli arresti domiciliari per evasione fiscale. La procura di Messina lo accusa di avere messo in piedi un giro di fatture false finalizzato all’evasione di 1,75 milioni di euro.