• cit
  • giovedì 9 novembre 2017

Mai scrivere di quel che si sa

Consigli di scrittura da un premio Nobel

Una bambina di cinque anni prende appunti, Mindanao, Filippine (NOEL CELIS/AFP/Getty Images)

«”Scrivi di quel che sai” è il consiglio più stupido che abbia mai sentito. Incoraggia le persone a scrivere ottuse autobiografie. È il contrario dell’accendere l’immaginazione e il potenziale degli scrittori»

Kazuo Ishiguro, premio Nobel per la letteratura di quest’anno, in un’intervista a Shortlist del marzo 2015. Una versione simile della frase è attribuita a Ernest Hemingway, che avrebbe detto «Tra tutte le cose che conoscete e quelle che non conoscete, tirate fuori qualcosa inventandola che non sia una rappresentazione ma una cosa completamente nuova, più vera di qualsiasi altra viva e vera».

Sempre in quel periodo Ishiguro spiegò in un’intervista all’Huffington Post che

«Non ricerco nessuna morale precisa e non lo faccio mai nei miei romanzi. Mi piace mettere in rilievo alcuni aspetti dell’essere umano. Non voglio mandare un messaggio, del tipo “non fate questo, fate quello”. Dico solo, è così che lo sento io. Per me in un romanzo quel che conta davvero sono le emozioni».

Questi sono tutti i libri che ha pubblicato, se avete voglia di leggerne o recuperarne qualcuno

I libri di Kazuo Ishiguro

Mostra commenti ( )