• Italia
  • martedì 7 novembre 2017

È morto a 81 anni Romano Bertola, autore di alcuni dei più famosi spot andati in onda su “Carosello”

È morto a 81 anni Romano Bertola, autore di alcuni dei più famosi spot andati in onda su “Carosello”. Bertola è morto ieri a Torino, la città dove era nato il 10 maggio del 1936. Aveva iniziato la sua carriera come scrittore, vincendo nel 1958 il premio Cesare Pavese con il romanzo La stanza delle mimose. Pochi anni dopo iniziò a lavorare nel settore pubblicitario nell’agenzia di Armando Testa. Bertola si occupava soprattutto della composizione di jingle per gli spot che sarebbero andati in onda su “Carosello”, il contenitore pubblicitario della televisione nazionale. Fu autore per esempio di Miguel son mi, la pubblicità dei biscotti Mattutini, in cui recitava anche le battute del personaggio Miguel.

Tra gli altri jingle che compose e che sono rimasti nella memoria collettiva ci sono «È arrivato el Merendero», «Fiesta ti tenta tre volte tanto», «E che, ci ho scritto Jo Condor?», «Mira mira l’Olandesina». Bertola fu, in un certo senso, il primo autore dei “tormentoni” della cultura pop italiana che oggi raccolgono centinaia di migliaia di visualizzazioni su YouTube. Dopo il 1977, con la fine di “Carosello”, Bertola ridusse la sua attività da pubblicitario, dedicandosi quasi esclusivamente alla carriera di scrittore e pubblicando diversi romanzi.

La Stampa, il principale quotidiano della sua città, lo ha ricordato così:

La sua è stata una vita da bohèmien: cliente assiduo di night e osterie, amava fare le ore piccole tra vino e sigarette. «Sopportavo l’alcol benissimo – raccontava – ma quando smetti, la vita ti sembra diversa. Io per esempio, non avevo il minimo sospetto di essere sposato da 15 anni…». La battuta sagace sempre pronta, a rallegrare una vita al limite e una carriera strepitosa raccontate in «Caro Carosello», l’autobiografia scritta con l’amico giornalista Riccardo Marchina e pubblicata da Morellini.