• Mondo
  • domenica 5 novembre 2017

L’Arabia Saudita ha abbattuto un missile proveniente dallo Yemen vicino all’aeroporto di Riyad

Ieri sera l’Arabia Saudita ha detto di aver intercettato e abbattuto un missile balistico proveniente dallo Yemen vicino all’aeroporto di Riyad, l’aeroporto internazionale re Khalid. L’abbattimento del missile è avvenuto senza conseguenze per i civili e per il traffico aereo. L’attacco missilistico è stato rivendicato dai ribelli Houthi, uno dei due schieramenti impegnati nella guerra civile dello Yemen dal 2015, quello che da più di due anni ha il controllo della capitale Sana’a: sono sciiti e combattono anche contro i sauditi. Un portavoce dei ribelli ha detto ad al Jazeera che il missile era un Burkan 2-H, un tipo di missile Scud che può colpire un obiettivo a più di 800 chilometri. Non è il primo attacco simile condotto dagli Houthi contro l’Arabia Saudita: lo scorso maggio un missile era stato lanciato contro Riyad durante la visita del presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel paese. Anche in quel caso il missile era stato abbattuto in una zona poco abitata.

L'aeroporto internazionale re Khalid di Riyad, in Arabia Saudita