• Mondo
  • sabato 4 novembre 2017

Il primo ministro del Libano Saad Hariri ha annunciato le sue dimissioni

Perché teme che qualcuno voglia assassinarlo come suo padre

Il primo ministro del Libano Saad Hariri ha annunciato le sue dimissioni alla televisione al Jadeed, durante la sua visita di stato in Arabia Saudita. Ha motivato la sua decisione dicendo che teme che qualcuno voglia ucciderlo e criticando l’Iran, sostenitore del movimento estremista sciita Hezbollah, per le sue intromissioni nella vita politica del Libano. Secondo fonti di al Arabiya ci sarebbe stato un tentato attentato contro Hariri qualche giorno fa a Beirut.

Hariri è primo ministro del Libano dal dicembre del 2016 grazie a un accordo politico con Hezbollah; lo era già stato in passato, dal 2009 al 2011. Suo padre Rafiq Hariri, che fu primo ministro del paese dal 1992 al 1998 e dal 2000 al 2004, fu assassinato nel 2005. Era il fondatore dell’organizzazione politica sunnita Movimento il Futuro che oggi è guidata dal figlio. Durante il suo annuncio in TV Hariri ha citato il padre:

«Stiamo vivendo in un clima simile all’atmosfera che c’era prima dell’assassinio del martire Rafiq Hariri. Ho capito che c’è una trama per attentare alla mia vita».

Il primo ministro del Libano Saad Hariri insieme al presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni a Roma, il 16 ottobre 2017 (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)