Locandine di film che non esistono

Un graphic designer immagina come sarebbero potuti essere certi film, se fossero usciti in tempi diversi e con attori diversi

Peter Stults è un graphic designer di New York che da diversi anni si è specializzato nella realizzazione, con Photoshop, di locandine di film che non esistono. Il titolo è quello di film veri, degli ultimi anni; ma grafiche, immagini, attori, attrici e registi sono messi lì da Stults, che si immagina cosa sarebbe successo se. Il progetto si chiama infatti What If (“e se”, in inglese) e Stults lo porta avanti da anni. Per esempio: Mad Max: Fury Road di e con Buster Keaton; Her con Richard Gere o Il silenzio degli innocenti con Marlon Brando e Meryl Streep.

Stults dice che i nuovi film gli piacciono, ma che ritiene che da molti anni ci si sia ormai accontentati di fare locandine che replicano più o meno quello che ha funzionato nelle locandine precedenti. Di quelle di qualche decennio fa (a cui si ispira per le sue locandine) gli piaceva invece la voglia di sperimentare, di provare a fare qualcosa di artistico. Un paio di anni fa Stults disse che a volte succede persino che qualcuno pensi, per colpa di una sua locandina, che quello che riteneva l’originale fosse in realtà un remake di un film di decenni prima: «Mi piace trarre in inganno le persone e far loro pensare che il film moderno sia un remake di quello dei miei poster. È quando ci riesco che ho fatto bene il mio lavoro»·

Mostra commenti ( )