Kering vuole vendere la sua quota di controllo di Puma

Il gruppo del lusso francese Kering – che controlla tra gli altri Gucci, Yves Saint Laurent, Balenciaga, Alexander McQueen e Bottega Veneta – venderà la sua quota di controllo dell’azienda sportiva Puma, scrive la rivista di moda e finanza Business of Fashion citando quanto detto da banche di Londra e Parigi. Kering controlla l’86 per cento di Puma, che è quotata in borsa per 5,2 miliardi di euro, e deve quindi vendere almeno il 37 per cento delle sue azioni, pari a 2 miliardi di euro. È una cifra molto alta e Kering sta cercando, con l’aiuto delle banche, uno o più grossi investitori. Sempre Business of Fashion scrive che la vendita non avverrà prima di Natale e riporta quanto detto anonimamente da un dipendente del gruppo: lo scorso dicembre il direttore operativo di Kering, Jean-François Palus, aveva annunciato ai dipendenti che Puma sarebbe stata venduta entro 18 mesi.

Kering ha acquisito Puma nel 2007 e da qualche anno gli esperti parlano dell’intenzione di rivenderla. L’azienda è molto migliorata sia a livello di immagine che di fatturato, grazie alla vendita di prodotti più innovativi e alle collaborazioni con personaggi famosi, come Rihanna e Usain Bolt. La decisione di venderla fa parte della strategia del direttore esecutivo e presidente François-Henri Pinault (che ha preso in mano l’azienda dal padre François Pinault nel 2005) di concentrarsi esclusivamente sul settore del lusso. Per questo è molto probabile che Kering cederà anche Volcom, una marca californiana di tavole da surf, skateboard e snowboard, comprata nel 2011, mettendo fine alla sua presenza nel mercato dell’abbigliamento e degli articoli sportivi.

(Sean Gallup/Getty Images for Zalando)