• Mondo
  • giovedì 12 ottobre 2017

Una famiglia americana che da cinque anni era ostaggio di un gruppo terroristico legato ai talebani è stata liberata

Una famiglia americana che da cinque anni era ostaggio di un gruppo terroristico legato ai talebani è stata liberata dal Pakistan e consegnata alle forze armate statunitensi. La famiglia è composta da cinque persone: la cittadina statunitense Caitlan Coleman, suo marito Joshua Boyle, che è canadese, e i loro tre figli, che sono nati durante la prigionia della coppia – Coleman era incinta del primo all’inizio del sequestro. Coleman ha 31 anni e Boyle 34; erano stati sequestrati durante una vacanza in Afghanistan.

Dieci mesi fa i loro sequestratori avevano diffuso un video in cui la coppia chiedeva ai governi dei propri paesi di negoziare per la loro liberazione. Nel video si vedevano due bambini e i genitori li avevano definiti «figli sopravvissuti»: per questo non è chiaro se Coleman abbia avuto uno o più aborti spontanei o se effettivamente uno dei loro figli sia morto.

Secondo i servizi di intelligence degli Stati Uniti a prenderli come ostaggi era stato il gruppo estremista pakistano “Rete Haqqani”. Il Pakistan non ha voluto diffondere informazioni su come sia avvenuta la liberazione della famiglia.

Un fermo immagine di un video di Caitlan Coleman e Joshua Boyle mentre erano ancora ostaggi (ABC)