Microsoft ha rinunciato ufficialmente a Windows Phone

Joe Belfiore, dirigente di Microsoft responsabile dello sviluppo di Windows 10, ha infine confermato che Windows Phone, la versione per smartphone del famoso sistema operativo, non è più una priorità per l’azienda e che il progetto è sostanzialmente morto. Belfiore ha scritto su Twitter che saranno ancora diffusi aggiornamenti di sicurezza e per correggere alcuni errori, ma che non sono in programma nuove evoluzioni del sistema operativo, né tanto meno lo sviluppo di nuove funzionalità. Windows Phone non riceveva comunque aggiornamenti significativi da circa un anno e aveva una quota di mercato minuscola, se confrontata con quelle di Android e di iOS. Nonostante i grandi investimenti negli anni passati, il sistema operativo non ha mai avuto successo e gli stessi sviluppatori di applicazioni l’hanno trascurato, nonostante Microsoft avesse diverse iniziative per incentivare la produzione di app, che comprendevano il pagamento degli sviluppatori. Belfiore ha ammesso di essere passato ad Android e ha anticipato che Microsoft fornirà gli strumenti necessari per chi volesse trasferire più facilmente i propri dati da Windows Phone ad Android o iOS.

Il CEO di Microsoft, Satya Nadella (AP Photo/Richard Drew)