L’ex presidente catalano, indipendentista, ha detto che la Catalogna non è pronta per un’«indipendenza reale»

Artur Mas, predecessore di Puigdemont, ha dato un'intervista al Financial Times dicendo cose inaspettate

Arthur Mas, presidente indipendentista della Catalogna dal 2010 al 2016 e predecessore di Carles Puigdemont, ha detto al Financial Times che la Catalogna non è pronta per una «indipendenza reale». Mas, che fa parte del Partito democratico europeo catalano (PDeCAT), lo stesso partito di Puigdemont, ha detto che la Catalogna «ha conquistato il diritto di diventare uno stato indipendente. La domanda è ora come dobbiamo esercitare questo diritto, e qui ci sono evidentemente delle decisioni che vanno prese. E queste decisioni devono avere un obiettivo in mente: non riguardano solo la proclamazione di indipendenza, ma anche come diventare effettivamente un paese indipendente». Mas ha aggiunto:

«Per essere indipendenti ci vogliono alcune cose che ancora non abbiamo»

Con quest’ultima frase, ha scritto il Financial Times, Mas si riferiva a questioni legate al controllo del territorio, alla riscossione delle tasse e al sistema giudiziario. Le dichiarazioni di Mas sono state molto riprese dalla stampa spagnola, perché in passato l’ex presidente catalano si era schierato apertamente a favore dell’indipendenza.