Francesca Barra, Claudio Santamaria e l’odio online

Francesca Barra ha denunciato chi da giorni la insultava e minacciava lei e i figli sui social network per essersi separata e aver iniziato una relazione con l'attore

La giornalista e conduttrice tv Francesca Barra sta denunciando su Facebook i pesanti insulti che ha ricevuto negli ultimi giorni sui social network. Barra ha detto di aver denunciato per diffamazione due persone: quella che gestisce l’account di Twitter forever_ultimo, di cui conosce la vera identità, e un impiegato della Regione Basilicata. L’hanno minacciata di morte e offeso oltre a lei i suoi tre figli, avuti dalla precedente relazione con Marcello Molfino.

Gli insulti sono rivolti a Barra e ai suoi figli – si leggono cose come “troie come queste vanno arse vive” e “che dio punisca te e poi i tuoi figli” –, e hanno iniziato ad arrivare in seguito alla notizia della sua separazione dal marito e della relazione da poco intrapresa con l’attore Claudio Santamaria.

Barra si è anche rivolta direttamente al presidente della Basilicata Marcello Pittella, chiedendo se sia possibile rimuoverlo dal suo ruolo; la Regione ha risposto dicendo che è stata avviata un’indagine interna per stabilire se l’impiegato abbia scritto gli insulti dagli uffici dell’ente e durante le ore di lavoro.

Oggi è intervenuto anche Claudio Santamaria con due video su Instagram, in cui si dice indignato per le accuse e le minacce di morte ricevute dalla compagna, fa il nome dell’impiegato della Regione, Domenico Mimmo Leccese, e aggiunge che «Queste persone devono essere perseguite dalla legge e a loro deve essere tolta ogni libertà di espressione sui social, devono essere interdette da qualsiasi social network perché loro hanno perso questo diritto».

Francesca Barra e Claudio Santamaria insieme al Festival del cinema di Venezia