• Mondo
  • lunedì 2 ottobre 2017

La compagnia aerea britannica Monarch ha smesso di operare a mezzanotte di ieri

Tutti i voli della compagnia aerea britannica Monarch Airlines sono stati cancellati a partire dalla mezzanotte di ieri, dopo che la società è andata ufficialmente in amministrazione controllata al termine di una lunga trattativa per il rinnovo di una licenza necessaria per operare sul mercato britannico, la cosiddetta Atol. Tutte le persone che avevano prenotato voli con la compagnia ma si trovano ancora nel Regno Unito potranno – in determinate circostanze – chiedere un rimborso del biglietto, chi si trova all’estero invece dovrà cercare vie alternative per tornare nel Regno Unito: l’autorità dell’aviazione britannica ha detto che si parla di circa 110.000 persone e che organizzerà voli charter per riportarne indietro quante più possibile.

Monarch Airlines, fondata del 1968, è una compagnia aerea low cost e la quinta compagnia del Regno Unito per volume di viaggiatori. Dopo alcuni decenni di grandi successi, verso la fine degli anni Novanta Monarch ha cominciato a soffrire la concorrenza delle altre compagnie low cost, accumulando moltissimi debiti. Da tempo era in trattativa con le autorità britanniche per il rinnovo della licenza Atol, una specie di assicurazione per garantire ai viaggiatori la possibilità di tornare a casa nel caso in cui una compagnia aerea fallisse: la licenza non è stata rinnovata e ieri sera la compagnia ha dovuto cessare le sue attività.

(JOSEP LAGO/AFP/Getty Images)