Da oggi Rovio, l’azienda finlandese dietro “Angry Birds”, sarà quotata in borsa

Da oggi Rovio, l’azienda finlandese dietro la serie di giochi per smartphone “Angry Birds”, sarà quotata in borsa. Il suo valore è stato stimato in 896 milioni di euro; le sue azioni costeranno inizialmente 11,50 euro. Rovio è stata una delle prime aziende a fare soldi con i giochi per smartphone: dopo un successo iniziale ha passato degli anni difficili – ha anche dovuto licenziare un terzo dei dipendenti – ma nel 2016 è tornata a ottenere utili, e oggi ha un giro d’affari da 191 milioni di euro all’anno. Gli analisti attribuiscono il momento favorevole alla recente uscita del film ispirato alla saga di “Angry Birds” e al fatto che da qualche tempo l’app principale del gioco è diventata gratuita. Rovio ha fatto sapere che la quotazione in borsa servirà sia per sostenere una strategia di crescita, che potrebbe includere l’acquisto di altre aziende, sia per premiare i dipendenti rimasti.