• Mondo
  • martedì 26 settembre 2017

Anche la nuova proposta di riforma sanitaria dei Repubblicani negli Stati Uniti non ha i voti necessari per essere approvata

Ieri la senatrice Repubblicana del Maine Susan Collins ha detto che voterà contro la nuova proposta di riforma sanitaria presentata dal suo partito per superare la cosiddetta Obamacare, la riforma voluta a suo tempo da Obama per estendere a un maggior numero di persone le assicurazioni sanitarie. Con Collins i senatori Repubblicani ad aver dichiarato ferma opposizione alla nuova legge – la terza in pochi mesi su cui i Repubblicani cercano di trovare la maggioranza – sono diventati tre (gli altri sono John McCain e Rand Paul), abbastanza per non avere la maggioranza al Senato dove i Repubblicani hanno un vantaggio di soli due senatori sui Democratici. Non è chiaro al momento se i Repubblicani decideranno di arrivare al voto in aula, che dovrebbe essere in ogni caso entro la fine di settembre per ragioni tecniche.

Susan Collins al Senato il 5 settembre 2017 (Alex Wong/Getty Images)