• Mondo
  • lunedì 25 settembre 2017

Dove ha vinto AfD?

Il partito anti-migranti di estrema destra è andato bene soprattutto dove di migranti ce ne sono pochi, per esempio la Germania orientale

Alle elezioni tedesche di domenica, per la prima volta, il partito di estrema destra Alternativa per la Germania (AfD) è riuscito ad entrare in Parlamento. Secondo i risultati provvisori dovrebbe aver ottenuto tra il 12 e il 13 per cento dei voti, diventando così il terzo partito del paese, dopo i centristi della CDU, il partito di Angela Merkel, che con ogni probabilità otterrà per la quarta volta consecutiva la carica di cancelliera, e dopo i socialdemocratici della SPD, che hanno ottenuto circa il 20 per cento dei voti, cinque punti in meno delle elezioni 2013.

AfD è andata particolarmente bene nella Germania orientale, la parte più povera del paese, ha ottenuto circa il 21 per cento dei voti contro l’11 per cento dei voti della parte occidentale.

Percentuali AFD secondo voto
I voti della AfD in Germania: nelle regioni in verde scuro, il partito ha ottenuto tra il 15 e il 35 per cento dei voti (Bundeswahlleiter)

In particolare, AfD è andata molto bene nella Sassonia, uno dei Lander più poveri del paese e l’unico dove AfD è risultato il partito di maggioranza relativa.

Maggioranza secondo voto
In verde chiaro le circoscrizioni dove AfD ha ottenuto la maggioranza relativa. In viola quelle dove ha ottenuto la maggioranza relativa la CDU di Angela Merkel, in azzurro quelle dove ha vinto la sua alleata bavarese CSU, in rosso quelle dove ha vinto la SPD (Bundeswahlleiter)

Proprio in Sassonia ci sono gli unici tre collegi uninominali dove AfD è riuscita a far eleggere direttamente i suoi candidati (qui trovate una spiegazione di come funziona il sistema elettorale tedesco, in cui viene spiegato come funzionano i collegi uninominali).

Vittoria AFD primo voto
I verde chiaro i tre collegi della Sassonia dove l’AfD è riuscita a far eleggere il suo candidato nel collegio uninominale (Bundeswahlleiter)

AfD ha vinto in aree economicamente deboli, dove il suo messaggio di rottura con il passato e di cambiamento radicale ha ottenuto maggior risonanza. Inoltre, il voto di AfD è sembrato un voto di protesta da parte di coloro che hanno goduto meno della crescita economica degli ultimi anni. Secondo un sondaggio, il 60 per cento degli elettori del partito ha detto di farlo “in opposizione a tutti gli altri partiti”, mentre solo il 34 per cento ha detto di essere convinto dal programma di AfD. Un altro dato interessante è che l’86 per cento delle persone interpellate ha detto di ritenere che la leadership del partito non si distanzi a sufficienza dalle posizioni più estremiste di alcuni dei suoi membri.

Uno dei punti più importanti del programma di AfD è l’opposizione ai migranti e la richiesta di istituire maggiori controlli alle frontiere: curiosamente, però, l’AfD è andata meglio nelle aree del paese dove negli ultimi anni sono arrivati meno migranti. Il sistema tedesco, infatti, distribuisce i richiedenti asilo sulla base della popolazione e del reddito imponibile. Le aree più ricche del paese, quindi, ricevono in proporzione più migranti di tutte le altre. Secondo gli ultimi dati, per esempio, più del 50 per cento dei richiedenti asilo è stato ospitato in tre soli Lander: Baviera, Baden-Württemberg e Nord Reno-Westfalia, dove AfD non ha ottenuto risultati particolarmente buoni. La Sassonia, dove AfD è andata molto bene, è invece la regione ad aver ospitato il numero più basso di richiedenti asilo di tutto il paese.

Mostra commenti ( )