Le cose da sapere sui voli di Ryanair cancellati

Ne sono stati annullati circa 2000 fino alla fine di ottobre: si possono chiedere rimborsi o prenotare voli alternativi

Ryanair ha comunicato di aver cancellato più di 2000 voli da qui alla fine di ottobre, spiegando di doverlo fare per smaltire la grande quantità di ferie accumulate dai suoi dipendenti (piloti ed equipaggio) prima della fine dell’anno e per migliorare la puntualità dei voli, che stava venendo meno a causa della scarsità del personale. «Abbiamo mancato gli obiettivi fissati per le ferie dei nostri piloti e stiamo lavorando duro per smaltirli in tempo» ha scritto la compagnia su Facebook, facendo anche sapere che nelle prime due settimane di settembre la puntualità dei voli «è scesa dal 90 per cento all’80 per cento» e che le cancellazioni riguarderanno in tutto meno del 2 per cento dei circa 2500 voli che Ryanair opera ogni giorno, ma permetteranno di riportare la puntualità ai livelli precedenti.

Tutti i voli di Ryanair cancellati

Ryanair avviserà direttamente i passeggeri il cui volo è stato annullato con una email inviata all’indirizzo utilizzato per prenotare quello stesso volo (che va quindi tenuta d’occhio) ma intanto qui potete trovare la lista completa dei voli cancellati fino alla fine di ottobre: per l’Italia sono stati cancellati voli in partenza e in arrivo negli aeroporti di Orio al Serio e Roma Fiumicino.

Che cosa è possibile fare se il proprio volo viene annullato?

La compagnia aerea ha fatto sapere che sono possibili due opzioni: o la richiesta di rimborso o una modifica del volo cancellato. Chi sceglierà la prima opzione potrà fare richiesta di rimborso completo qui, inserendo i dettagli della propria prenotazione. I rimborsi saranno accreditati entro sette giorni lavorativi sulla carta utilizzata per la prenotazione originale. La seconda opzione prevede una modifica del volo cancellato, che sarà gratuita: il modo più semplice per ottenerla è recuperare la prenotazione online originaria e inserirla qui e dipenderà naturalmente dalla disponibilità del nuovo volo. Sul sito della compagnia si dice anche che in caso di necessità di modifica della tratta da/per un altro aeroporto servito da Ryanair è necessario contattare i consulenti della compagnia attraverso la chat gratuita onlineo il call center.

Se invece si è già partiti ed è stato cancellato il proprio volo di ritorno si possono controllare le disponibilità del volo successivo (e sperare che non venga cancellato anche quello). Andranno comunque conservate tutte le ricevute delle spese effettuate a causa della cancellazione del proprio volo: potranno essere rimborsati pasti e bevande consumate in proporzione alla durata dell’attesa, la sistemazione in albergo se fossero necessari uno o più pernottamenti o un soggiorno più lungo di quello originariamente previsto dal passeggero, il trasporto dall’aeroporto al luogo di sistemazione (albergo o altro) e viceversa.

Continua sul Post