• Sport
  • lunedì 11 settembre 2017

Napoli e Inter hanno iniziato benissimo

Spesso a settembre le dirette rivali della Juventus perdono punti facili, quest'anno per ora sta andando diversamente

L'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti durante la partita di campionato contro la Spal (Emilio Andreoli/Getty Images )

Settembre è uno dei periodi più complicati per tutte le squadre di Serie A, perché, solo per cominciare, la condizione fisica dei calciatori non è ancora ideale e gli allenatori hanno ancora bisogno di tempo per inserire in squadra i nuovi acquisti. In questo momento, quindi, fare tanti punti significa spesso prendere del vantaggio sulle altre squadre. Negli ultimi anni di dominio del campionato la Juventus è spesso riuscita a guadagnare punti e vantaggio sulle avversarie già dalle prime giornate, grazie alla qualità dei singoli e all’ampiezza della sua rosa, mettendo subito le sue rivali nella condizione di dover recuperare posizioni.

In questo senso Napoli e Inter hanno iniziato nel migliore dei modi la stagione, ottenendo il massimo dei risultati pur avendo ancora alcune cose da migliorare. Il Napoli di Sarri — indicato come la principale rivale della Juventus — ha già il secondo miglior attacco del campionato e ha vinto tre partite su tre, contro Hellas Verona, Atalanta e Bologna. In particolar modo nell’ultima, giocata domenica sera, nonostante abbia sofferto il pressing alto del Bologna e la sua proverbiale costruzione delle azioni dal basso abbia richiesto più impegno del solito, alla fine ha vinto con un netto 3-0 riuscendo a sfruttare tutte le palle buone grazie anche ad alcuni errori individuali dei giocatori del Bologna. Se si contano anche i preliminari di Champions League, il Napoli non perde da cinque partite consecutive, in cui peraltro è sempre stata la squadra migliore in campo. Questa settimana tuttavia inizieranno i gironi di Champions League, e il Napoli dovrà fare i conti con un problema in più.

Non avrà invece nessuna coppa europea da giocare l’Inter di Luciano Spalletti, e questo potrebbe essere un aspetto fondamentale per la squadra, che avrà più tempo delle altre per migliorare in allenamento e preparare le partite del fine settimana. Intanto l’Inter ha vinto le prime tre partite di Serie A segnando non meno di due gol a incontro e subendone solamente uno. Le vittorie sono arrivate contro Fiorentina, Roma e per ultima Spal, tutte in modo diverso. Nella prima ha sfruttato i diversi errori della Fiorentina, una squadra nuova e inesperta; contro la Roma ha sofferto per un’ora ma è rimasta sempre in partita ed è riuscita a segnare tre gol nel momento peggiore degli avversari; domenica a pranzo, invece, nella prestazione meno brillante delle tre, se l’è cavata vincendo due a zero grazie ai suoi due giocatori principali, Icardi e Perisic, che insieme sono stati coinvolti in tutti e gli otto gol segnati fin qui dalla squadra. C’è ancora parecchio da migliorare, a partire dai cali di concentrazione improvvisi che la squadra ha da almeno due anni e dalle prestazioni altalenanti dei suoi centrocampisti, ma in generale la squadra sembra migliorare di settimana in settimana.

L’Inter ha dalla sua anche il calendario, dato che nei prossimi turni giocherà contro Crotone, Bologna, Genoa e Benevento, prima di incontrare il Milan nel derby: l’ideale per poter continuare a lavorare in tranquillità. Anche il Napoli avrà lo stesso vantaggio, ma con la Lazio da affrontare fra due giornate e l’inizio dei gironi di Champions League.

Mostra commenti ( )