• Mondo
  • venerdì 8 settembre 2017

La Corte costituzionale spagnola ha sospeso la legge sul referendum sull’indipendenza della Catalogna

La Corte costituzionale spagnola ha sospeso la legge con la quale soltanto ieri il Parlamento della Catalogna aveva convocato un referendum sull’indipendenza della regione, per valutare se violi o meno la Costituzione del paese, che dice che la Spagna è indivisibile. Il referendum si terrà come previsto il prossimo primo ottobre, hanno detto invece i suoi promotori. Subito dopo l’approvazione del referendum, il primo ministro spagnolo Mariano Rajoy aveva ordinato agli avvocati del governo di presentare un ricorso alla Corte costituzionale, che ora deciderà sulla sua validità. Nelle intenzioni dei leader indipendentisti catalani, il referendum non dovrebbe richiedere un quorum e il suo risultato dovrebbe essere vincolante.

(PAU BARRENA/AFP/Getty Images)