• Cultura
  • mercoledì 6 settembre 2017

Un po’ di foto da Perpignan

Dove è in corso l'importante festival di fotogiornalismo Visa pour l'image: alcune delle cose che potete trovarci

visa pour l'image

Il 2 settembre è iniziata la 29esima edizione di Visa pour l’image, un festival di fotogiornalismo che si svolge ogni anno a Perpignan, in Francia. Il festival è un appuntamento importante per gli appassionati di fotografia e un’occasione per vedere mostre sui lavori d’attualità di fotografi contemporanei, e incontrarli ai numerosi eventi organizzati dal festival.

Le mostre si potranno visitare fino al 17 settembre e tra le prime cosa da segnalare quest’anno c’è la retrospettiva sulla carriera di Stanley Greene, un fotoreporter morto il 19 maggio di quest’anno: Greene è conosciuto per i suoi lavori in diverse zone di conflitto – tra cui Iraq, Sudan, Darfur, Afghanistan, Kashmir, Libano – ma soprattutto per le foto con cui per quasi 10 anni, dal 1994 al 2003, ha raccontato la Cecenia contesa tra i separatisti e le forze armate russe.

They are slaughtering us like animals è invece il titolo della mostra e del lavoro che Daniel Berehulak ha realizzato per il New York Times sulla guerra alla droga del presidente filippino Rodrigo Duterte; poi ci sono anche un po’ di fotografi italiani: Marco Longari, di cui abbiamo pubblicato diversi lavori, Lorenzo Meloni con le foto sulla guerra contro lo Stato Islamico in Siria, Libia e Iraq, ed Emanuele Scorcelletti, con un reportage sui terremoti in Centro Italia di agosto 2016 e di gennaio 2017.

Mostra commenti ( )