Le foto del secondo giorno a Venezia

C'erano Amanda Seyfried ed Ethan Hawke, ma anche Sally Hawkins, Guillermo del Toro e chi comincia a scherzare con i fotografi

Rebecca Hall, attrice e membei della giuria, alla prima di First Reformed - 31 agosto 2017 (Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Amanda Seyfried ed Ethan Hawke sono i più fotografati del secondo giorno della Mostra del cinema di Venezia, dove si trovano per la prima di First Reformed, il film di Paul Schrader in cui interpretano il pastore di una chiesa sempre semi-vuota, distrutto dalla morte del figlio, e una parrocchiana il cui marito, un ambientalista radicale, finisce per suicidarsi. È stato presentato anche The Shape of Water di Guillermo del Toro, ambientato nel 1962 durante la Guerra Fredda: racconta di una donna delle pulizie, interpretata da Sally Hawkins, che scopre nel laboratorio governativo in cui lavora un esperimento su una primordiale creatura amazzonica. L’incontro porterà a un rapporto sessuale e sentimentale: come l’ha definito il regista, è una sorta di favola con un messaggio rivolto ai nostri tempi, «scegliere l’amore anziché la paura».

Per la sezione Cortometraggi sono stati proiettati The Insult di Ziad Doueiri: è ambientato in Libano e racconta il processo e il caso mediatico nato dalla lite tra un libanese cristiano e un profugo palestinese, e Strange Colours di Alena Lodkina, su un padre, una figlia e il fragile rapporto che cercano di recuperare. Fuori concorso, a 44 anni dall’uscita dell’Esorcista, William Friedkin presenta The Devil and Father Amorth, un documentario dedicato a padre Gabriele Amorth, per trent’anni esorcista a Roma.

Mostra commenti ( )