euro-monete

L’euro ha raggiunto il valore di 1,20 dollari, il cambio più alto dal 2015

euro-monete

Martedì l’euro ha raggiunto un cambio con il dollaro di 1,20, il valore più alto dal 2015 a oggi. La ragione principale dell’apprezzamento della moneta unica europea è l’aspettativa che la BCE ridurrà nei prossimi mesi gli stimoli straordinari degli ultimi anni, utilizzati per contrastare gli effetti della crisi economica. Grosso modo: meno stimoli monetari significa meno moneta in circolazione e quindi un apprezzamento di quella che è già in circolo. Inoltre l’economia europea mostra continui e solidi segnali di ripresa, un altro fatto che contribuisce a mantenere alto il valore della moneta.

Il dollaro, invece, si trova nella situazione opposta. Le incertezze suscitate dalla presidenza Trump e dai suoi progetti, oltre che i timori geopolitici causati da un nuovo lancio di missili da parte della Corea del Nord, hanno tutti contribuito a generare incertezza. Anche i danni dell’uragano Harvey, che ha colpito il Texas e che non sono stati ancora calcolati hanno contribuito a indebolire la moneta degli Stati Uniti.