rambla attacco
  • Mondo
  • giovedì 17 agosto 2017

Attentato a Barcellona: le cose che sappiamo con certezza

Un furgone ha investito la folla: ci sono almeno 13 morti e più di 100 feriti, la polizia ha arrestato due persone ma si cerca ancora l'autista

rambla attacco
(AP Photo/Manu Fernandez)
  • Poco dopo le 17 un furgone bianco probabilmente a noleggio ha investito la folla sulla Rambla, la via più famosa e turistica di Barcellona, vicino a Plaza Cataluña.
  • La polizia catalana finora ha confermato 13 morti e più di 100 feriti, di cui almeno 15 gravi. L’attacco è trattato dalle autorità come un attentato terroristico.
  • Lo Stato Islamico (o ISIS) ha rivendicato l’attentato a Barcellona tramite un comunicato diffuso dall’agenzia Amaq.
  • Dopo l’attentato, la persona che guidava il furgone, non ancora ufficialmente identificata, è scappata a piedi. I giornali spagnoli hanno inizialmente scritto che c’era una persona trincerata in un bar non lontano dalla zona dell’attacco, ma la polizia ha smentito la cosa.
  • La polizia ha detto di aver arrestato due persone, ma che nessuna delle due è il conducente del furgone. Le due persone, una nata a Melilla e l’altra di origini marocchine, sono state arrestate in due città poco distanti da Barcellona.
  • Il cittadino marocchino si chiama Driss Oukabir, vive a Girona, in Spagna, ed era arrivato domenica 13 agosto dal Marocco. Oukabir è stato arrestato a Ripoll. Della seconda persona, quella di Melilla, si sa solo che è stata arrestata ad Alcanar.
  • Dopo l’attentato una Ford Focus ha forzato un posto di blocco su una strada per portava fuori da Barcellona: ha investito due agenti ed è scappata. La polizia ha detto che il conducente è poi “stato localizzato” a Sant Just Desvern: è morto, ma non si capisce se perché colpito dalla polizia. Non è confermato comunque che questa persona c’entri con l’attentato.
  • Nella città di Vic, circa 70 chilometri a nord di Barcellona, la polizia ha trovato un secondo furgone bianco che potrebbe essere stato impiegato nell’attacco. Non è chiaro però come, e nemmeno perché sia stato trovato così lontano dal luogo dell’attentato.
  • La polizia ha detto che un’esplosione avvenuta ieri notte in un’abitazione di Alcanar, a sud di Tarragona, è legata all’attentato, ma non ha spiegato in che modo. Nell’esplosione, una persona è morta.
  • Nelle prime ore di venerdì la polizia ha ucciso cinque presunti terroristi a Cambrils, a circa 120 chilometri da Barcellona. Secondo la polizia, le cinque persone avevano guidato una macchina contro i pedoni sul lungomare di Cambrils e indossavano quelle che sembravano essere delle cinture esplosive. Sette persone sono state ferite dai terroristi, tra cui un poliziotto; due in modo grave.

Mostra commenti ( )