• Mondo
  • giovedì 17 agosto 2017

L’attacco sulla Rambla di Barcellona

Giovedì pomeriggio un furgone ha investito la folla: ci sono almeno 13 morti e più di 100 feriti, e si cerca ancora l'autista

(AP Photo/Manu Fernandez)

*** Gli aggiornamenti sugli attentati in Catalogna proseguono qui ***

A Barcellona, in Spagna, intorno alle 17.20 di giovedì un furgone bianco ha investito la folla sulla Rambla, vicino a Plaza Cataluña, un posto molto frequentato anche dai turisti. Ci sono 13 morti e più di 100 feriti, alcuni in condizioni molto gravi. La persona a bordo del furgone è scappata a piedi e non è ancora stata trovata. Nelle prime ore di venerdì, poi, c’è stato un secondo attentato a Cambrils, a circa 120 chilometri da Barcellona: cinque persone hanno investito i passanti sul lungomare a bordo di un’auto, prima che la polizia gli sparasse contro e li uccidesse. Sembra che i cinque indossassero delle cinture esplosive. Sette persone sono state ferite a Cambrils, due in modo grave. L’attacco di Cambrils è collegato a quello di giovedì pomeriggio a Barcellona, dice la polizia, ma non sappiamo se fra i cinque terroristi uccisi ci fosse l’autista del furgone che ha investito la folla a Placa Catalunya.

Nel pomeriggio di giovedì due persone erano state arrestate, entrambe fuori Barcellona: uno è l’uomo sospettato di avere noleggiato il furgone usato per compiere l’attentato, si chiama Driss Oukabir, è nato in Marocco ma è residente in Spagna. Dell’altra persona sappiamo solo che è di Melilla, enclave spagnola in territorio marocchino. Il governo della Catalogna dice che sono stati arrestati in relazione all’attentato ma nessuno dei due guidava il furgone. Una persona è morta più tardi durante uno scontro a fuoco con la polizia, dopo aver forzato un posto di blocco a 20 chilometri dal luogo dell’attentato, e non sappiamo ancora se avesse a che fare con l’attentato. Un’altra persona ancora era morta in un’esplosione mercoledì sera ad Alcanar, a sud di Tarragona, che oggi la polizia dice essere legata all’attentato: sembra fosse il posto dove i terroristi preparavano l’esplosivo. Ci sono ancora operazioni di polizia in corso. L’ISIS ha rivendicato l’attentato, che è il primo attacco dello Stato Islamico in Spagna.

Leggi anche: Cosa sappiamo dell’attentato a Barcellona, per punti

06:58 18 Ago 2017
Cosa è successo stanotte

Nelle prime ore di venerdì la polizia spagnola ha ucciso cinque presunti terroristi a Cambrils, a circa 120 chilometri da Barcellona. Secondo la polizia, le cinque persone avevano guidato una macchina – sembra un Audi A3 – contro i pedoni sul lungomare di Cambrils e indossavano quelle che sembravano essere delle cinture esplosive. Sette persone sono state ferite dai terroristi, tra cui un poliziotto; due in modo grave. La polizia gli ha sparato: quattro sono morti subito, un quinto è stato arrestato ma è morto poco dopo. L’attacco di Cambrils è collegato a quello di giovedì pomeriggio a Barcellona, dice la polizia, ma non sappiamo se fra i cinque terroristi uccisi ci fosse l’autista del furgone che ha investito la folla a Placa Catalunya.

00:10 18 Ago 2017
Cosa sappiamo, in ordine

• Uno o più uomini alla guida di un furgone – ma più probabilmente uno solo – hanno investito e ucciso 13 persone sulla Rambla nel centro di Barcellona. Circa cento persone sono rimaste ferite, 15 in modo grave.
• La polizia ha detto di aver arrestato due persone: un cittadino marocchino, arrestato a Ripoll, e una persona nata a Melilla (enclave spagnola in Marocco), arrestata ad Alcanar. Nessuno dei due è il conducente del furgone.
• Il cittadino marocchino arrestato si chiama Driss Oukabir: sarebbe stato lui ad aver noleggiato il furgone. Secondo la stampa spagnola, Oukabir si sarebbe presentato alla polizia dopo avere visto la sua foto in televisione, dicendo che gli erano stati rubati i documenti. Sembra però che la polizia non gli abbia creduto e che lo abbia fermato di modo da fare degli accertamenti.
• La polizia ha parlato di un altro incidente avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì e che sarebbe collegato all’attentato di oggi: l’esplosione in una casa ad Alcanar, a sud di Tarragona, nella quale una persona è rimasta uccisa. Per ora non si hanno altre informazioni al riguardo.
• La polizia sta indagando su un terzo incidente, avvenuto oggi nella periferia di Barcellona: un’auto ha oltrepassato un posto di blocco della polizia investendo due agenti. L’autista dell’auto è poi morto in un punto diverso da quello dell’incidente, ma non si conosce la dinamica dei fatti. Non è chiaro se questo episodio sia legato all’attentato.
• La polizia ha detto che un secondo furgone legato all’attentato è stato ritrovato a circa 70 chilometri da Barcellona. Non è chiaro in che modo il furgone sia legato all’attentato, ma la polizia locale ha detto che sta procedendo a dei controlli sul posto.

23:43 17 Ago 2017

La casa di Alcanar, un paese a duecento chilometri a sud di Barcellona, esplosa la notte scorsa: la polizia sta indagando su un possibile legame con l’attentato di oggi (La Presse/EFE/Jaume Sellart)

23:35 17 Ago 2017

La televisione tedesca ZDF dice che almeno tre cittadini tedeschi sono morti nell’attentato di Barcellona. La notizia non è però ancora stata confermata dal Ministero degli Esteri tedesco.

23:13 17 Ago 2017

Trapero ha detto che le due persone arrestate sono legate all’attentato, ma nessuna delle due era il conducente del furgone che ha ucciso almeno 13 persone sulla Rambla. Uno è l’uomo sospettato di avere noleggiato il furgone usato per compiere l’attentato, si chiama Driss Oukabir, è nato in Marocco ma è residente in Spagna. Dell’altra persona sappiamo solo che è di Melilla, in Spagna.

23:10 17 Ago 2017

L’uomo che ha guidato l’auto che ha investito un agente di polizia a Diagonal, forzando un posto di blocco, è stato ucciso in una sparatoria dalla polizia, ha detto Trapero. L’uomo era di nazionalità spagnola. Non è ancora chiaro se l’episodio sia collegato all’attentato sulla Rambla.

23:07 17 Ago 2017

Trapero ha anche detto che la polizia sta indagando su possibili legami tra l’attentato di oggi e un’esplosione avvenuta ieri sera ad Alcanar, una città della Catalogna, che ha causato un morto e sette feriti. Inizialmente l’esplosione era stata attribuita a una fuga di gas.

23:01 17 Ago 2017

Il capo della polizia della Catalogna Josep Lluís Trapero ha ricostruito quello che sappiamo sull’attentato: il furgone ha investito la folla per circa 500 metri della Rambla, intorno alle 16.50. Arrivato nei pressi del Teatro del Liceu, il conducente ha abbandonato il furgone ed è scappato a piedi, e non ci sono prove che fosse armato. Dei testimoni hanno avvertito la polizia dando una descrizione del conducente.

22:56 17 Ago 2017

Forn ha anche detto che nel giro di un’ora le persone che sono state bloccate dalla polizia nella zona di Plaza Cataluña e della Rambla potranno andarsene.

22:53 17 Ago 2017

Due ragazzi sulla Rambla dopo l’attentato
(David Ramos/Getty Images)

22:51 17 Ago 2017

Il ministro dell’Interno della Catalogna Joaquim Form sta tenendo una conferenza stampa: ha confermato che i morti sono 13, e ha detto che i feriti sono un centinaio, ma potrebbero aumentare.

22:47 17 Ago 2017

La bandiera spagnola issata a mezz’asta alla sede della Camera dei Deputati di Madrid.

22:39 17 Ago 2017

Il Guardian ha pubblicato un profilo del principale sospettato, Driss Oukabir, che sarebbe essere la prima persona arrestata per l’attentato, nel tardo pomeriggio di oggi. Oukabir ha 28 anni, è nato in Marocco e dopo aver vissuto a Marsiglia, in Francia, si è trasferito nella città catalana di Ripoll.

Secondo il giornale spagnolo ABC, Oukabir aveva un mandato di arresto pendente per abusi domestici. El Pais scrive che Oukabir trascorse un periodo in carcere e che fu rilasciato nel 2012. A quanto sembra, Oukabir non era sospettato di radicalizzazione. Sulla sua pagina Facebook, cancellata nelle ultime ore, aveva postato alcuni video e commenti contro Israele.

22:34 17 Ago 2017

Un aggiornamento della Protezione Civile spagnola sui feriti – 15 gravi, 23 meno gravi, 42 lievi – e sugli ospedali di Barcellona dove sono ricoverati.

22:29 17 Ago 2017

Domani a mezzogiorno ci sarà un minuto di silenzio in Plaza Cataluña, vicino al luogo dell’attentato di oggi, ha scritto su Twitter la sindaca di Barcellona Ada Colau.

Alla stessa ora ci sarà un’altra manifestazione in cui sarà osservato un minuto di silenzio davanti al Senato spagnolo a Madrid, ha detto il suo presidente Pío García-Escudero.

21:56 17 Ago 2017

La polizia scientifica vicino al furgone probabilmente usato nell’attentato
(David Ramos/Getty Images)

21:45 17 Ago 2017
Un po' di chiarezza sui sospettati

Di un sospettato conosciamo l’identità, perché la sua foto e il suo nome sono stati diffusi dalla polizia spagnola: è Driss Oukabir, originario del Marocco ma residente in Catalogna. Secondo la polizia, Driss Oukabir è la persona che ha noleggiato il furgone impiegato nell’attentato: la stampa spagnola dice che Oukabir è una delle due persone arrestate finora.

Durante una conferenza stampa, il presidente della Catalogna ha confermato un secondo arresto, ma l’identità della persona fermata non è stata diffusa.

Ci potrebbe essere poi una terza persona coinvolta nell’attacco. Sarebbe la persona che oggi pomeriggio aveva investito un agente della polizia catalana durante un controllo su una strada cittadina e che è stata localizzata poco dopo a Sant Just Desvern, un piccolo comune appena fuori Barcellona: secondo i media spagnoli sarebbe stata trovata morta, secondo altri sarebbe stata arrestata: non è chiaro se sia la seconda persona arrestata di cui ha parlato il presidente della Catalogna. Il suo legame con l’attentato, però, non è stato ancora confermato.

21:33 17 Ago 2017

L’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha scritto un tweet sull’attacco a Barcellona, esprimendo vicinanza ai cittadini spagnoli a nome suo e di sua moglie Michelle.

21:30 17 Ago 2017

Il presidente catalano Carles Puigdemont ha detto anche che i feriti sono 80 e che 15 sono in condizioni gravi.

21:26 17 Ago 2017
L'ISIS ha rivendicato l'attentato a Barcellona

Lo Stato Islamico (o ISIS) ha rivendicato l’attentato a Barcellona tramite un comunicato diffuso dall’agenzia Amaq.

21:23 17 Ago 2017

Una delle persone uccise nell’attentato è un cittadino belga, ha scritto su Twitter il vice Primo ministro e ministro degli Esteri del Belgio, Didier Reynders.

21:17 17 Ago 2017

Trump ha pubblicato un altro tweet sull’attacco di Barcellona. Questa volta scrive: «Studiate cosa faceva il generale Pershing degli Stati Uniti quando catturava i terroristi. Per 35 anni non ci fu più terrorismo radicale islamico!»

Trump si riferisce alla storia del generale John Joseph Pershing, che tra il 1909 e il 1913 fu governatore dell’isola di Mindanao, nelle Filippine, un paese che all’epoca era una colonia degli Stati Uniti. Pershing dovette affrontare numerose rivolte della popolazione musulmana che abitava l’isola e, secondo numerosi racconti apocrifi, compì una serie di crimini contro l’umanità che comprendevano vari metodi di tortura o di uccisione che comprendevano l’uso di sangue di maiale, considerato impuro dai musulmani.

Durante la campagna elettorale, Trump aveva già raccontato un aneddoto su Pershing, in cui si parlava di proiettili imbevuti nel sangue di maiale usati per uccidere prigionieri di guerra. Il sito di factchecking PolitFact ha giudicato l’aneddoto raccontato da Trump completamente falso. 

21:15 17 Ago 2017
Due persone sono arrestate per l'attentato a Barcellona

Il presidente catalano Carles Puigdemont ha detto che le persone arrestate per l’attentato di Barcellona sono due.

20:58 17 Ago 2017

La Commissione islamica spagnola ha condannato l’attentato di Barcellona. Un comunicato firmato dal suo presidente, Riay Tatary Bakry, dice: «I musulmani spagnoli esprimono le loro condoglianze alle famiglie delle vittime e la loro solidarietà con il popolo di Barcellona e della Spagna. La Commissione islamica spagnola conferma il suo pieno impegno nella lotta contro qualunque tipo di terrorismo, e spera che i responsabili di questi attentati possano essere arrestati e portati di fronte alla giustizia quanto prima».

20:57 17 Ago 2017

C’è uno sviluppo sull’incidente avvenuto a Diagonal (che non sappiamo ancora se sia collegato o meno all’attentato). Diversi giornali spagnoli – fra cui el Mundo e la Vanguardia – hanno scritto che la persona che era scappata dai controlli è stata successivamente uccisa durante una sparatoria con la polizia a Sant Just Desvern, 10 chilometri a ovest di Barcellona.

20:53 17 Ago 2017

Il Confidencial dice che Driss Oukabir, l’uomo sospettato di avere partecipato in qualche modo all’attentato di Barcellona e la cui fotografia è stata diffusa dalla polizia nazionale spagnola, è la stessa persona arrestata a Vic. Si sa che Driss Oukabir è l’uomo che ha noleggiato il furgone a Santa Perpètua de Mogoda, un comune spagnolo della Catalogna. Il Confidencial scrive che è originario di Marsiglia, in Francia, ma residente a Ripoll, Girona. Ha precedenti penali.

20:48 17 Ago 2017

La polizia spagnola ha diffuso la foto dell’uomo sospettato di avere noleggiato il furgone usato per compiere l’attentato. È stato identificato come Driss Oukabir, ma non è ancora chiaro se sia la persona arrestata poco fa dalla polizia. Il Pais dice che è un cittadino marocchino, nato a Aghbala, in Marocco, e residente legalmente in Spagna. Oukabir era conosciuto dalla polizia spagnola: era stato in carcere per un periodo, prima di essere rilasciato nel 2012.

20:48 17 Ago 2017

20:38 17 Ago 2017

Nonostante la polizia catalana abbia annunciato finora di cercare un solo sospettato – ora arrestato – sembra che ci siano ancora delle operazioni in corso. La televisione spagnola RTVE dice che potrebbe esserci una seconda persona ricercata, ma per ora non ci sono conferme dalle autorità.

20:26 17 Ago 2017

Il ministro dell’Interno della Catalogna, Joaquim Form, ha confermato che le persone morte nell’attentato sono 13, i feriti sono più di 50.

20:22 17 Ago 2017

Il sindaco di Barcellona Ada Colau ha twittato le sue condoglianze alle famiglie e agli amici dei morti.

20:22 17 Ago 2017

La polizia di Barcellona sta evacuando tutti i locali della Rambla, dove decine di persone si erano rifugiate durante l’attacco.

20:14 17 Ago 2017

La polizia catalana ha detto che non c’è nessun sospettato rinchiuso in un bar di Barcellona, come invece avevano riportato molti giornali spagnoli. È invece confermato l’arresto di una persona, di cui però non è ancora stata diffusa l’identità.

20:11 17 Ago 2017

Secondo il pronto soccorso del servizio sanitario catalano, 64 persone hanno ricevuto cure mediche in seguito all’attentato.

20:06 17 Ago 2017

Il presidente americano Donald Trump ha fatto un tweet sull’attentato di Barcellona. Ha scritto: «Gli Stati Uniti condannano l’attacco terroristico a Barcellona, in Spagna, e faranno tutto ciò che è necessario per aiutare. Siate forti, vi amiamo!»

20:01 17 Ago 2017

BBC ha pubblicato un video che mostra alcune persone fuggire in un supermercato durante l’attacco. Secondo i giornali locali, decine di persone sono ancora bloccate nei locali e nei negozi che si trovano lungo la strada percorsa dal furgone, in attesa dell’autorizzazione ad uscire da parte della polizia.

19:59 17 Ago 2017

Catalunya Radio parla di un incidente sulla Diagonal, una delle più grandi vie di Barcellona. Un’auto avrebbe forzato un controllo di polizia e un agente sarebbe rimasto ferito. Non è chiaro se l’episodio sia legato all’attacco sulla Rambla.

19:53 17 Ago 2017

Il primo ministro spagnolo Mariano Rajoy ha detto di avere sospeso tutte le sue attività previste per domani mattina in Galizia, una regione del nord-ovest della Spagna. Anche il Partito Popolare, di cui è leader, sospenderà le sue attività.

19:53 17 Ago 2017

Se il numero dei morti – almeno 13 – riportato dai principali giornali spagnoli verrà confermato, quello di oggi a Barcellona diventerebbe uno degli attentati terroristici più gravi della storia spagnola. Il più grave fu quello dell’11 marzo 2004, quando dieci esplosioni in quattro diversi punti della rete ferroviaria di Madrid provocarono la morte di 191 persone e il ferimento di altre 1858. È stato l’unico attentato di matrice islamista avvenuto in Spagna – per quello di oggi a Barcellona non ci sono ancora state rivendicazioni – insieme a quello del 1985 al ristorante El Descanso di Madrid, nel quale un’esplosione uccise 18 persone, tra cui 11 soldati americani, che si ritiene fossero l’obiettivo dell’attacco: le indagini non portarono a nessuna condanna, ma il ministro dell’Interno spagnolo attribuì l’attacco al terrorismo jihadista. 

La Spagna ha però una lunga storia di attentati compiuti dai separatisti baschi: il più grave avvenne nel 1987, quando una bomba al centro commerciale Hipercor di Barcellona uccise 21 persone. Nel 1974, invece, un’esplosione alla Cafetería Rolando di Madrid uccise 13 persone. Altre 12 – tutti membri della Guardia Civil – morirono nell’attentato del 1986 in Plaza República, sempre a Madrid, mentre nel 1987 ci furono 11 morti, tra cui 5 bambini, per l’esplosione di un’autobomba in una caserma della Guardia Civil a Saragoza.

19:50 17 Ago 2017

La televisione spagnola RTVE dice che è stato arrestato un sospettato. Non ci sono conferme ufficiali.

19:49 17 Ago 2017
Cosa sappiamo finora

– Poco dopo le 17 un furgone bianco probabilmente a noleggio ha investito la folla sulla Rambla, la via più famosa e turistica di Barcellona, vicino a Plaza Cataluña.

– La polizia catalana finora ha confermato 1 morto e 32 feriti, di cui 10 gravi. I giornali spagnoli parlano però di almeno 13 morti. L’attacco è trattato dalle autorità come un attentato terroristico.

– Dopo l’attentato, la persona che guidava il furgone, non ancora ufficialmente identificata, è scappata a piedi. Secondo i giornali spagnoli si sarebbe rinchiusa in un bar non lontano dalla zona dell’attacco.

– Non è ancora chiaro quanti siano gli attentatori. La polizia ha detto di cercare un uomo alto 1.70, e alcuni giornali spagnoli hanno scritto che sta circolando la fotografia di un sospettato tra le forze di sicurezza. Non ci sono però conferme ufficiali.

– La polizia ha trovato nella città di Vic, circa 70 chilometri a nord di Barcellona, un secondo furgone bianco che potrebbe essere stato impiegato nell’attacco. Non è chiaro però come, e nemmeno perché sia stato trovato così lontano dal luogo dell’attentato.

– Molti sostenitori dello Stato Islamico (o ISIS) stanno celebrando l’attentato su Telegram, ma finora non ci sono state rivendicazioni.

19:47 17 Ago 2017

I giornali italiani e internazionali stanno pubblicando diverse testimonianze dell’attacco. BBC ha riportato le parole di Tom Gueller, che vive su una strada a poco distanza dal luogo dell’attacco: «Ho sentito delle urla e uno schianto e quindi ho visto la folla dividersi e questo camion che andava a tutta velocità nel mezzo delle Ramblas. Ho capito subito che era un attacco terroristico».

Il Corriere della Sera ha riportato la testimonianza di Luca Terracciano, uno studente italiano che vive a Barcellona. Terracciano si trovava in bicicletta quando da una via laterale è arrivato sulla Rambla dove era appena passato il veicolo guidato dall’attentatore: «Ho visto almeno tre o quattro persone a terra, un poliziotto con una persona in braccio e tutti che correvano, urlavano, piangevano».

19:44 17 Ago 2017

Alcuni giornali spagnoli affidabili hanno pubblicato una foto che circola negli ambienti della polizia spagnola: mostra un ragazzo che secondo El Pais era alla guida del secondo furgone, ritrovato poco fa.

19:17 17 Ago 2017

Alcuni sostenitori dello Stato Islamico (o ISIS) stanno celebrando l’attentato di Barcellona su Telegram. Non significa molto, comunque: è successo in passato che sugli stessi canali venissero celebrati attacchi non compiuti direttamente dall’ISIS. Per il momento non c’è alcuna rivendicazione. 

19:15 17 Ago 2017

Secondo il Confidential, la polizia ha trovato il secondo furgone che ritiene sia stato usato nell’incidente. Si trovava nella città di Vic, circa 70 chilometri a nord di Barcellona.

19:10 17 Ago 2017

La polizia dice che al momento sono confermati un morto e 32 feriti, 10 dei quali gravi. Il numero dei morti probabilmente salirà.

18:58 17 Ago 2017

Il ministero degli Esteri italiano ha scritto che l’Unità di crisi è al lavoro per verificare la presenza di cittadini italiani sul luogo dell’attentato a Barcellona. Il numero di emergenza – da usare solo in caso di necessità – è: +39 0636225.

18:57 17 Ago 2017

Diversi giornali spagnoli stanno pubblicando stime sulle persone uccise molto più alte rispetto a quelle circolate sulle prime. L’Español, uno dei più affidabili siti di news spagnoli, parla ora di 12 morti. Anche El Pais ha scritto di 13 morti, citando fonti di polizia.

18:55 17 Ago 2017
È stato un attentato terroristico

La polizia catalana ha confermato che si è trattato di attentato terroristico.

18:48 17 Ago 2017

L’Español ha pubblicato un video che mostra la polizia di Barcellona all’interno del mercato della Boquería, vicino al luogo dell’attacco.

18:44 17 Ago 2017

Un’altra mappa pubblicata dal Pais mostra i luoghi dell’attacco: è indicata la Rambla, il punto dove si è fermato il furgone usato per fare l’attacco e più sotto il ristorante Luna de Estambul, dove si crede si sia rinchiuso l’attentatore – o gli attentatori – dopo avere investito la folla.

18:43 17 Ago 2017

Alle 19 la polizia terrà la prima conferenza stampa sull’incidente.

18:41 17 Ago 2017

La polizia catalana ha scritto su Twitter che non può ancora confermare il motivo dell’attacco a Barcellona, ma nel frattempo sono state attivate le procedure previste in caso di attentato.

18:41 17 Ago 2017

Dal giugno 2015 il livello di allerta del governo spagnolo per un attacco terroristico era di 4 su 5, ha ricordato l’Español.

18:39 17 Ago 2017

Ora diversi giornali spagnoli parlano della possibilità che siano stati usati due furgoni bianchi Fiat, entrambi noleggiati, per compiere l’attacco di oggi. Non è ancora chiaro come sia stato impiegato il secondo furgone. La polizia comunque lo sta cercando: è un furgone di marca Fiat, con la targa 7082JVD.

18:36 17 Ago 2017

Plaza Cataluña vuota dopo che il furgone ha investito la folla nelle sue vicinanze
(JOSEP LAGO/AFP/Getty Images)

18:27 17 Ago 2017

Il sito di news online spagnolo il Confidencial ha scritto che secondo fonti della polizia i furgoni coinvolti nell’attacco sarebbero due, entrambi noleggiati. Uno sarebbe quello usato per investire la folla, mentre il secondo sarebbe stato usato per recuperare e portare via l’autore dell’attacco. Di nuovo, non ci sono conferme ufficiali e anche questa notizia va presa con le molle.

18:25 17 Ago 2017

La polizia della Catalogna ha confermato che alcune persone sono morte nell’incidente. Al contempo, ha smentito che ci sia stata una sparatoria in un centro commerciale vicino alla Rambla, come circolato sui social network.

18:22 17 Ago 2017
Cosa sappiamo finora

– Un furgone bianco ha investito la folla sulla Rambla, vicino a Plaza Cataluña, a Barcellona;

– Ci sono dei feriti e forse dei morti, ma le autorità non ha ancora diffuso numeri ufficiali;

– Alcuni testimoni hanno parlato di un uomo a bordo del furgone, che dopo avere investito la folla è scappato a piedi ed è ricercato dalla polizia: è alto 1,70, ha una maglietta bianca e azzurra.

– Non sappiamo se l’assalitore sia una persona sola o più di una: il Pais dice che l’assalitore o gli assalitori si troverebbero nel quartiere Raval. La polizia catalana per ora parla di un solo ricercato.

– Non ci sono conferme ufficiali che sia stato un attentato terroristico, ma diverse fonti della polizia hanno detto a giornali nazionali e internazionali che l’incidente è stato molto probabilmente un attentato.

– L’Español dice l’uomo che ha investito la folla si trova ora in un bar, Luna de Estambul, molto vicino al mercato La Boquería. Notizie circolate poco fa e non confermate avevano parlato di una sparatoria nella stessa zona.

18:20 17 Ago 2017

Secondo la Vanguardia ed El Espanol il locale dove si trova il sospettato si chiama Luna de Estambul, ed è situato vicino alla fermata della metro Liceu (sempre sulla Rambla).

18:08 17 Ago 2017

Non ci sono ancora conferme ufficiali che sia stato un attentato terroristico, ma diversi giornali locali e internazionali scrivono di avere sentito fonti della polizia che avrebbero confermato la notizia. CNN ha scritto che un portavoce della polizia catalana ha detto che l’incidente è “molto probabilmente” un attentato terroristico. Anche secondo El Pais la polizia si sta occupando dell’incidente come di un attentato terroristico.

18:08 17 Ago 2017

I poliziotti allontanano le persone

(AP Photo/Manu Fernandez)

18:05 17 Ago 2017

El Pais ha scritto che sue fonti interne alla polizia dicono che l’autore o gli autori dell’attacco si trovano in un bar del quartiere Raval, a Barcellona. Non ci sono conferme ufficiali.

18:04 17 Ago 2017

Il luogo dove il furgone ha investito la folla, in una grafica di El Periódico. L’incidente è avvenuto poco distante dalla Plaza de Catalunya, una delle piazze più importanti della città: la Rambla è una via piena di negozi e bancarelle che parte da lì e termina sul lungomare più frequentato di Barcellona.

18:00 17 Ago 2017

La televisione locale TV3 sta dicendo che potrebbe esserci un altro attacco con due uomini armati al mercato di La Boqueria, sulla Rambla. Per il momento non ci sono conferme ufficiali e la notizia va presa con molta cautela.

17:56 17 Ago 2017

La polizia spagnola ha detto che sta cercando un individuo alto 1,70, con una maglietta bianca e azzurra.

17:55 17 Ago 2017

Le immagini diffuse dalla Guardia civile che mostrano il luogo dell’attacco: si vede anche il furgone bianco che ha investito la folla.

Mostra commenti ( )